Commenta per primo

Lui è piccolo, ormai 33enne, che forse non vestirà mai la maglia del Napoli e che nella scorsa stagione ha clamorosamente vinto la classifica dei cannonieri con 29 gol. L'altro è alto, magrissimo, 23 anni appena, che la maglia del Napoli già la indossa e la ama e che è il leader dei cannonieri in questo campionato. Bastano queste poche note per rendere attesissimo il confronto tra Antonio Di Natale ed Edinson Cavani, i due bomber di punta di Udinese e Napoli, uno contro l'altro domenica al Friuli.

Tra i due attaccanti diversi la rivalità parte da lontano: si affrontano da cinque campionati e nei confronti diretti (nei match tra Udinese e Palermo) hanno segnato tre reti per parte, perfettamente in parità. E poi le loro storie, così diverse e parallele. Il Napoli sogno irrealizzabile per Di Natale, napoletano doc, realtà da sogno per Cavani. E la Nazionale: l'Uruguay oggi non può fare a meno del Matador, l'Italia di Prandelli ha già fatto a meno di Di Natale, ormai fuori dal giro e solo ieri con il numero 10 sulle spalle.

Restano i gol, tanti, tantissimi, di entrambi, in tutti i modi, in ogni competizione. Di Natale con il Napoli vuole sempre fare il massimo. Basta un esempio per avere paura: nello scorso campionato Udinese-Napoli 3-1 fu firmata tutta dal piccolo bomber partenopeo. 

(Leggo - Edizione Napoli)