119
16 punti in 16 giornate, due nelle ultime quattro e una vittoria che manca da un mese: sono questi i numeri che raccontano il momento che sta vivendo l'Udinese. Una situazione complicata, che ha portato la società a fare delle profonde riflessioni sul futuro di Luca Gotti, che spesso nei due anni da cui siede sulla panchina friulana è stato a rischio, ma mai come questa volta è stato vicino all'esonero.

VERSO L'ESONERO - Nelle prossime ore è attesa una decisione definitiva da parte dei Pozzo, con Gino, figlio del patron Giampaolo, che è di rientro a Udine da Londra, dove risiede abitualmente per gestire tutti gli affari della famiglia. Sembra sempre più probabile l'ipotesi di un esonero dell'allenatore, che da tempo non ha più il feeling con l'ambiente che aveva caratterizzato i suoi primi mesi nel club.

I SOSTITUTI - Il fattore che potrebbe convincere i Pozzo a fidarsi ancora dell'ex vice di Maurizio Sarri ai tempi del Chelsea è la mancanza di un accordo con il suo possibile sostituto. Diversi i nomi valutati, dalle ipotesi spagnole a quelle italiane, che al momento sono in pole position per risollevare la squadra e portarla fuori da una situazione delicata. Il sogno è Marco Giampaolo, con cui però i timidi contatti delle scorse settimane non hanno portato a un'intesa. Appena dietro di lui Roberto Donadoni e Rolando Maran, che è però ancora sotto contratto col Genoa: profili di esperienza e già pronti per prendere subito in mano la squadra.

Segui la Serie A TIM su DAZN. Attiva ora