Ecco le dichiarazioni di Igor Tudor, allenatore dell'Udinese, alla vigilia della sfida di domani contro la Lazio all'Olimpico (recupero della 25^ giornata di Serie A): "Andremo a giocare con una squadra in lotta per la Champions, una squadra con giocatori straordinari e tanta qualità, che gioca un bel calcio. Per noi è importante confermare quanto fatto di buono, avere la voglia di fare gol. Se ai ragazzi dici solo 'bisogna fare punti', non gli spieghi come farli. Bisogna concentrarsi sul giocare bene, non per il gusto di piacere al pubblico ma per fare punti: l'obbligo del risultato da un punto di vista psicologico è peggio rispetto a concentrarsi sulla prestazione. Il risultato poi è una conseguenza.

Il gol preso contro la Roma è stato un errore. Giustifico Samir perché la moglie era in ospedale per partorire e magari era meno lucido. E la Roma è stata furba a continuare in un episodio e con questo dettaglio hanno vinto. Sbagliare si può, bisogna imparare dagli errori. Inoltre siamo calati nella ripresa anche perché alcuni giocatori arrivano da periodi lunghi di inattività. Mi piacerebbe avere alcune settimane per lavorare sull'intensità, che a questa squadra serve. Con la Lazio ci sarà qualche cambiamento di formazione, anche perché arriva pochi giorni dopo la sfida precedente. Pussetto ad esempio non ci sarà a causa di un persistente problema al ginocchio; però dovrebbe tornare sabato per la sfida contro il Sassuolo. Nuytinck ha fatto solo due allenamenti. Lui e Hallfredsson stanno tornando in gruppo ma non abbiamo ancora deciso se verrà convocato o meno. Dobbiamo avere fiducia verso il futuro e vivere questo recupero di domani come un'opportunità per fare bene."