Commenta per primo
A memoria, forse solo nel gennaio del 2009 quando Fabio Quagliarella trascorreva la sua prima e unica stagione nel Napoli, dove vi era appena approdato dall'Udinese, non si è parlato di un suo possibile ritorno in Friuli. Già, il ritorno di Fabio a Udine è sempre un tema caldo, vuoi per il buon ricordo che il giocatore ha lasciato, ma anche per la sua mai celata voglia di tornare. A mio parere non tornerà neanche stavolta, a meno che il Toro non trovi un sostituto o non si faccia ingolosire dalle contropartite tecniche di Marquinho e Koné.

Koné, che sta recuperando dall'infortunio muscolare, non guarda solo a Torino ma anche al Panathinaikos dove Stramaccioni sta pensando a lui come rinforzo per la squadra. Tra i possibili partenti, Domizzi è vicinissimo al Pescara, mentre le piste che portano lontano da Udine: Heurtaux e Widmer, sembrano  percorribili solo a giugno. Può essere però che la società si faccia strappare qualche prelazione e qui il Napoli gode di una via preferenziale.

Parlando di trattative concrete, e fa sempre un po' sorridere pensando al Watford, l'unico che sembra pronto a vestire la casacca bianconera è Valon Behrami. La trattativa non ha ostacoli pratici, essendo le due società gestite dalla medesima proprietà, il giocatore ha già dato il suo ok al trasferimento, l'intoppo è la ricerca di un sostituto da parte della compagine inglese. Dare per già fatta la sua partenza potrebbe complicare la trattativa per il rimpiazzo, ma l'impressione è che il giocatore oramai possa cercare casa a Udine. 
Serve un centrocampista, se dovessero sorgere complicazioni sul fronte Behrami, potrebbero riaprirsi le strade che portano a Nocerino e Padoin. Per l'attacco ci sono dei sogni proibiti che rispondono ai nomi di: Zaza, Immobile e Gabbiadini; dei tre il più abbordabile potrebbe essere Gabbiadini, visto anche l'interesse del Napoli per Widmer, ma tutto dipenderà dalle vicissitudini di questa sessione di mercato. Hanno tutti molte società interessate, il primo che trova casa, potrebbe agevolare il trasferimento degli altri.

Intanto la sosta natalizia ha riportato in dote due giocatori praticamente assenti per tutto il girone d'andata: Guilherme e Zapata. Il brasiliano è già in condizione e può candidarsi per una maglia da titolare contro l'Atalanta, mentre il colombiano ha recuperato dall'infortunio ma deve ancora raggiungere il top della forma. La loro condizione sarà monitorata giornalmente, perché, soprattutto dai sorrisi che regalerà Duvan, si potrà capire se l'Udinese dovrà intervenire per rinforzare l'attacco o se sarà lui il nuovo acquisto di gennaio.