Commenta per primo

Dopo la breve esperienza dell'anno passato, il tecnico croato ha avuto modo in questa stagione di sedersi sulla panchina bianconera per 11 partite, conquistando ben 5 vittorie e 3 pareggi, rimediando di fatto soltanto 3 sconfitte; insomma, numeri che hanno salvato l'Udinese per il secondo anno di fila, portandola, anche grazie agli stop delle altre compagini, addirittura al 12esimo posto in classifica.

Inoltre, Tudor è riuscito a replicare l'impresa compiuta nel corso dello scorso campionato, prendendo in mano una squadra rimaneggiata dagli infortuni e dai mille problemi, motivandola e facendola uscire dal baratro a cui sembrava destinata; proprio per questa ragione in settimana ci sarà l'incontro tra il tecnico di Spalato e Gino Pozzo, per parlare del futuro dell'allenatore e, in caso di conferma, di un conseguente aumento dell'ingaggio, fermo ora a 200.000€.

Ma non solo Tudor meriterebbe di rimanere a Udine, visto che anche un altro protagonista della salvezza friulana sta aspettando novità in vista della prossima stagione; stiamo parlando chiaramente di Stefano Okaka, arrivato a gennaio nel mercato invernale e che ha letteralmente trascinato con i suoi gol i friulani al raggiungimento dell'obiettivo.

La situazione in questo caso è leggermente più delicata, in quanto l'ex Anderlecht è legato al Watford fino al 2021; anche per l'attaccante si attende un incontro con la proprietà a breve, visto che poi incomincerà il mercato ed il pericolo che la squadra inglese possa scegliere di far cassa con Okaka può realizzarsi prima del previsto.

Nelle prossime settimane, dunque, si conoscerà il futuro di due delle pedine più importanti della salvezza friulana; i tifosi si augurano che entrambi possano vestire bianconero anche nel corso della prossima stagione, ma tutto dipenderà dalle scelte della famiglia Pozzo e dalle pretese di Tudor ed Okaka.