Commenta per primo

 

La Uefa vuole studiare la faraonica sponsorizzazione che arricchirà il Manchester City. Il club ha firmato un accordo decennale con Etihad Airways per una cifra ufficiosa di 400 milioni di sterline. La compagnia aerea di Abu Dhabi comparirà sulle maglie dei giocatori e battezzerà lo stadio dei citizens, ora denominato Etihad Stadium. La vicinanza tra lo sponsor e la proprietà del City, lo sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan, ha suscitato l'interesse della Uefa: la confederazione continentale vuole verificare che la maxi-sponsorizzazione non sia uno stratagemma per aggirare le norme relative al fair play finanziario destinate ad entrare in vigore nel 2013.
 
«Sì, ho qualche domanda», ha detto Jean-Luc Dehaene, presidente del Financial Control Panel della Uefa, come si legge sul sito della Bbc. «Ma sarebbe pericoloso, per il nostro organismo, emettere giudizi senza i fatti. Se verificheremo che qualche club cerca di aggirare le regole, agiremo. Non è sufficiente dire 'abbiamo un contratto di sponsorizzazione ed è tutto ok' se l'accordo non è in linea con le norme», ha aggiunto. La partnership tra Etihad e il City comprende anche la realizzazione dell'Etihad Campus, un'area all'esterno dello stadio. La riqualificazione della zona prevede anche la costruzione di un mini-stadio da 7000 posti per le competizioni giovanili.