Impressionante, sotto gli occhi della Juventus. Che ha scritto il suo nome sul taccuino, sottolineandolo due volte. In Olanda sono sicuri, uno come Naci Ünüvar nasce una volta ogni dieci anni. E anche l'Ajax, che di campioni ne ha visti transitare molti al De Toekomst, ha capito di avere in casa un giocatore destinato a lasciare il segno. A soli 14 anni Ünüvar ha trascinato l'Under 17 nel successo dell'ABN AMRO Future Cup 2018, prestigioso torneo giovanile, segnando due gol in finale alla Juventus. Una doppietta che gli ha permesso di salire a quota 5 reti e di vincere il Golden Boot, sotto gli occhi di osservatori di mezz'Europa, tra i quali quelli fanno che fanno capo a Paratici e Marotta.

CHE PARAGONI - Nato il 13 giugno del 2003 a Zaandam, nel Nord dell'Olanda, il ragazzo che indossa la maglia numero 10, che può giocare da trequartista o da mezzala nel classico 4-3-3, è stato paragonato a Messi, il diretto interessato ha ammesso di ispirarsi a Cristiano Ronaldo e a van de Beek, 21enne dei Godenzonen, osservato speciale di Milan e Roma. Per sfondare tra i grandi è consapevole che sia necessario crescere dal punto di vista fisico, non a caso ha iniziato a lavorare con sedute ad hoc in palestra. Piedi per terra, in testa l'obiettivo, diventare un giocatore professionista. Con l'Ajax e con la maglia dell'Olanda. Nonostante sia molto legato alla Turchia, dove ogni anno va in vacanza (tra Izmir e Kusadasi), ha scelto infatti di vestire, per il momento, la maglia orange. Il papà Ayhan, grande tifoso del Galatasaray, deve mettersi il cuore in pace. 



OCCHIO A MOURINHO - La Juve non è l'unica squadra interessata. Su Ünüvar c'è il forte interesse del Manchester United, che ha uno scout fisso ad Amsterdam ed è sempre molto attento ai talenti made in Netherlands, come dimostra lo 'scippo' al Feyenoord del wonderkid Tahith Chong. I Red Devils hanno parlato con la famiglia, ma la volontà di Ünüvar, al momento, è quella di restare ad Amsterdam, il posto giusto per continuare a crescere.