Fulmine a ciel sereno in casa Manchester United. Dopo la brutta sconfitta contro il Liverpool nell'ultimo turno di Premier League, la dirigenza dei Red Devils ha deciso di dare il benservito a José Mourinho. Attraverso i propri canali ufficiali, il club inglese comunica l'esonero dello Special One, che lascia la squadra al sesto posto, a -9 dalla zona Champions ma agli ottavi di finale della principale competizione europea, dove dovrà affrontare il Paris Saint Germain.

Mourinho aveva assunto l'incarico nell'estate 2016 e al termine della prima stagione aveva conquistato la Coppa di Lega, la quarta in carriera, e l'Europa League, prima di andare incontro a 18 mesi in cui non sono arrivati altri titoli significativi (tolto il Community Shield dell'agosto 2017) e nei quali il rapporto con la dirigenza di è fatto sempre più teso. In particolare, le critiche rivolte all'operato dell'ad Woodward in chiave mercato, a dispetto di investimenti complessivi da 465 milioni di euro.

In attesa di ulteriori sviluppi, la squadra è stata affidata al tecnico in seconda Micheal Carrick.