227
Ivan Perisic è un nuovo giocatore del Tottenham. Dopo aver superato le visite mediche e le firme sui contratti, è arrivata anche l'ufficialità dai profili social degli Spurs. Il giocatore, che ha salutato i tifosi dell'Inter sui social, ritrova così Antonio Conte e lascia l'Inter a parametro zero dopo più di 200 presenze e 55 gol in due periodi diversi in nerazzurro. 



I DETTAGLI - Con gli Spurs ha firmato un contratto di due anni con un ingaggio da oltre 6 milioni di euro all'anno. Nei giorni scorsi Perisic aveva respinto la proposta di rinnovo dell'Inter che aveva aumentato l'offerta precedente salendo a quasi 5 milioni di euro più bonus. Ivan voleva il Tottenham e Antonio Conte, che continua a guardare in casa Inter e dopo aver preso il croato ha puntato anche Alessandro Bastoni. Il difensore è nel mirino di diversi club inglesi, e potrebbe diventare il sacrificato della dirigenza per fare cassa.

LE PAROLE - Ecco le prime parole di Ivan Perisic da nuovo giocatore del Tottenham: "Sono contento, non vedo l'ora di iniziare - ha detto ai canali ufficiali del club - Già nei primi contatti con l'allenatore e il ds avevo detto che volevo venire in Premier, era il mio desiderio fin da quando ho iniziato a giocare in Belgio. Ora è arrivato il momento. Lavorare con Conte è un privilegio, all'Inter abbiamo vinto il campionato dopo 10-11 anni. E' stato un anno perfetto, sono contentissimo di lavorare ancora con lui. E' un allenatore che vive di calcio; ogni minuto, ogni ora, ogni giorno. Anche quando dorme. Conosco il suo carattere, e sono sicuro che faremo un grande lavoro qui".

LA CHAMPIONS - "Ho guardato le ultime due-tre partite del Tottenham, ovviamente la qualificazione in Champions è un bene anche per me. Mi piace lavorare lavorare i compagni e vincere qualcosa d'importante; porterò qualità ed esperienza, ho giocato per tanti top club e non vedo l'ora di scendere in campo con questa maglia. Qui sono passati tanti giocatori croati ai quali chiederò sicuramente qualcosa sia sulla società che sulla città. Da avversario ho affrontato il Tottenham nel 2018 in Champions e l'anno successivo col Bayern. Il nuovo stadio è qualcosa di speciale. Era uno dei miei sogni giocare nei migliori campionati del mondo e la Premier era quella che mi mancava".