Gabriele Volpi affiancato da Damir Miskovic (Presidente del Rijeka) ha creato in Africa, precisamente in Nigeria la Football College Abuja. In questa scuola calcio (diventata in pochi mesi la più importante della Nigeria) dovranno crescere giovani africani, destinati a giocare nello Spezia o nel Rijeka. I due primi talenti nigeriani che arrivano in Italia da questa scuola calcio sono Umar Sadiq e Nura.  

Umar Sadiq (foto speziacalcionews.it), nigeriano classe 1997, si è messo subito in mostra nel ritiro estivo, segnando anche un gol in amichevole con la prima squadra allenata da Nenad Bjelica. Aggregato allo Spezia Primavera nella stagione in corso ha già siglato 4 gol in campionato, attirando la curiosità dei top club italiani. Con la maglia del Football College Abuja si era messo in mostra al Torneo di Rijeka dove con i suoi gol aveva regalato il titolo alla squadra nigeriana (prima vittoria in assoluto per una squadra africana al Torneo di Rijeka), aggiudicandosi anche il premio di miglior capocannoniere. L’anno scorso per problemi di tesseramento ha fatto esperienza alla Lavagnese club di Serie D. 

Sadiq è una punta centrale di 192 cm. Nonostante l’altezza è molto rapido nei movimenti e può adattarsi senza problemi nel ruolo di seconda punta. Ottima tecnica di base, oltre a proteggere bene il pallone spalle alla porta, punta anche il diretto avversario con molto successo. Grazie ai suoi 192 cm ovviamente è molto pericoloso nel gioco aereo, il suo piede naturale è il destro. Deve crescere assolutamente dal punto di vista fisico perché rispetto all’altezza è molto gracile e poi deve essere meno irruento nelle entrate, visto che in tre partite ha preso già due ammonizioni, troppe per un attaccante. In Italia avrà il tempo e il modo per migliorare anche la sua coordinazione. 
Il talento di Sadiq ha impressionato anche il tecnico della prima squadra Nenad Bjelica che ha dichiarato “per lui prevedo un futuro fenomenale, può diventare un grande giocatore”.

www.footballscouting.it