128
Quando si parla delle difficoltà della Juve (parlo di calcio, non dell’inchiesta giudiziaria) dimentichiamo due cose. La prima è che dopo aver vinto nove campionati, è inevitabile avere stagioni molto meno brillanti, qualunque siano le ragioni che le causano. La seconda è che si dovrebbe ogni tanto perdere di vista il presente e cercare di mettere insieme più dati. La Juve ha vinto in un secolo quanto Milano, intesa come somma di Inter e Milan. Juventus e Milano hanno dominato dagli anni sessanta lasciando pochissima aria agli avversari. Dieci anni fa Milano è scomparsa dalla competitività del calcio. L’inflazione di ingaggi e mercato ha convinto all’addio Berlusconi e Moratti lasciando la Juve senza avversari. E la Juve ha vinto tanto da stancarsi del campionato. Tanto che Allegri e Sarri sono stati cacciati dopo averlo vinto.

0ff42750-75b0-45e9-9b38-55eab456e391

La serie si è interrotta quando Milano è tornata. Conte ha aperto il ciclo e Conte lo ha chiuso con l’Inter. E’ sbagliato dare la colpa a un mercato nato male. A determinare sono state decine di cose lontanissime fra loro. E’ una sciocchezza inutile prendersela adesso con Kulusevski o Morata. E’ cambiato un mondo. E cambierà ancora, alla faccia di qualunque tecnico e giocatore.