21
Torna l'appuntamento di Calciomercato.com: un cappuccino con Mario Sconcerti. I temi dell'attualità calcistica approfonditi da uno dei punti di riferimento del giornalismo italiano e presenza fissa sulle pagine del nostro sito.





C’è una grande notizia nell’aria: forse Arthur smetterà di dire sempre no alla Juve accetterà di discutere il suo scambio con Pjanic. Il Barcellona sta così insistendo con lui e sua madre che pare brutto non prendere la Juve nemmeno in considerazione. Fantastico, no? Eppure questo è il modo in cui ci viene presentata l’ operazione di mercato. Non conosco bene Arthur, ma conosco bene Pjanic. Sarebbe un affare su cui almeno varrebbe la pena discutere. Ma in tempi di difficoltà economiche bisogna che la comunicazione dia una mano. Qualunque cosa si pensi deve sembrare un affare. Un altro esempio è la felicità degli interisti per essersi finalmente liberati di Icardi. Uno che si era fieramente incazzato perché gli avevano tolto la fascia di capitano dell’Inter, non per essere stato trovato dentro il sesso facile delle discoteche milanesi. Il calcio è sempre più una religione monotona. Su Dio almeno si può discutere. Con i tifosi di alcune squadre bisogna solo ossequiare.