85
Torna l'appuntamento di Calciomercato.com: un cappuccino con Mario Sconcerti. I temi dell'attualità calcistica approfonditi da uno dei punti di riferimento del giornalismo italiano e presenza fissa sulle pagine del nostro sito. Il commento di oggi è sulla lotta scudetto e sul domino della Juventus che resterà incontrastato.

Ascolta "Ma se cade la Juve, chi può prenderne il posto? Nessuno..." su Spreaker.

Leggo e sento dire che la sconfitta della Juve ha riaperto il campionato. Non è così. Altre dovrebbero essere le sconfitte della Juve per riaprire la stagione di tutti. Perdere con l’Atalanta, contro la Lazio, e forse nemmeno basterebbe. Servirebbe un crollo. Mentre gli altri dovrebbero vincere sempre.  Certo a San Siro è successo qualcosa di enorme, ma è già ieri. E il Milan adesso è un grande avversario. Pochi giorni prima aveva dato tre gol anche alla Lazio.

La vera domanda è: se cade la Juve chi ha le qualità per prenderne il posto? La risposta rimane nessuno. Non la Lazio, che è sfinita. Non l’Inter, che ha difficoltà a trovare linee di gioco. Possiamo arrivare fino all’Atalanta, che meriterebbe il campionato, ma l’ha buttato via in autunno perdendo tre partite su quattro, tra Cagliari, Juve e Bologna. No, vincerà la Juve. Ha già pagato la sua follia. Perdere sarebbe un’impresa troppo grande.