133
Non vedo un grande calcio europeo in giro. Tanti hanno buona organizzazione, pochissimi hanno qualità diversa. Giocare per tanti anni alla stessa maniera ha reso tutti un po’ indistinti. Il Barcellona ha fatto sei vittorie e un pareggio in Liga, segnato 19 gol e subito uno, ma in Europa ha perso due partite senza fare un gol. Fanno fatica il Liverpool, il Chelsea, l’Atletico, la Juve, pochissimi hanno la vecchia velocità, molti si sono orientati sul possesso palla dimenticandosi il tiro in porta.





Fra le partite che ho visto il gioco migliore è stato quello del Napoli, la sua tranquillità, la certezza dei suoi mezzi, la facilità con cui si porta al di là dell’avversario. In questo momento il Napoli gioca un calcio che nemmeno in Europa si vede più. E’ qualcosa di imprevisto se si pensa che la squadra è stata costruita nell’ultima settimana di mercato tra molte polemiche. Era abituata a perdere punti con gli infortuni di Osimhen, oggi ha dimenticato anche quello. Raspadori è diventato un attaccante di grande presenza sul campo. E c’è un Simeone in più. Sono impressioni di inizio autunno, ma in un’Europa che cambia, il Napoli è quello che sta cambiando meglio.