182
Torna l'appuntamento di Calciomercato.com: un cappuccino con Mario Sconcerti. I temi dell'attualità calcistica approfonditi da uno dei punti di riferimento del giornalismo italiano e presenza fissa sulle pagine del nostro sito. Il commento di oggi è sulla corsa scudetto, che in realtà non c'è mai stata nonostante la Juve non fosse imbattibile. 

Ascolta "Sconcerti, questa Juve era battibile" su Spreaker.

Sta finendo un campionato che non ha soddisfatto nessuno. Lo vincerà la Juve, come sapevamo fin dall’inizio, ma lo vincerà senza aver fatto quel passo avanti nel gioco per cui era stato bruciato uno come Allegri. Non è qui, non è questa la stagione della Juve. Bisogna sempre aspettare la Champions. Ormai sappiamo chi è ma non cosa ha in tasca. Dovesse vincere una Champions atipica sarebbe un trionfo nonostante l’imperfezione del progetto di uomini e gioco.

La fotografia della stagione della Juve sono i 5 gol segnati al Sassuolo in due partite e i 5 gol subiti dal Sassuolo in due partite. Più i 35 gol subiti in 34 partite, per un totale potenziale di 40 reti in un torneo. Tantissime per chi vince il campionato, fuori dalla dimostrazione di qualunque equilibrio. Era una Juve battibile, ma non l’ha saputo nessuno. Siamo talmente abituati negli anni a subirla che non ci accorgiamo delle differenze. È una Juve a fine ciclo, ma gli avversari non hanno ancora nessuna voglia di esistere.