43
La Roma sta facendo un’ottima preparazione e un mercato ancora ingiudicabile. E’ difficile capire perché nelle stesse ore abbia acquistato Shomurodov e perso Xhaka per cifre molto vicine. Sembrava ci fosse  più urgenza di un centrocampista dominante che di un altro attaccante. Può darsi però che il tempo aiuterà a capire meglio la strategia della società. Per esempio non sono sicuro che il progetto preveda Dzeko. E’ una questione di età, di ingaggio e di occasioni. Il mercato dei centravanti sarà profondamente scosso dalla partenza di Lukaku.

Ascolta "Un cappuccino con Sconcerti: Roma, il progetto potrebbe non prevedere Dzeko" su Spreaker.

Intanto le note più evidenti sono due: i suoi giovani centrocampisti, Bove e Darboe, che giocano perfino con esperienza; e il ritorno molto interessante di Zaniolo, con gli inserimenti da destra verso il centro, forse l’idea migliore di Mourinho. Difficile ancora valutare il peso reale della squadra, per la sua incompletezza e per l’incompletezza degli avversari. Per adesso c’è forza, idea nel pressing, linee di gioco non troppo ordinate, non ancora la personalità cercata. Ma c’è continuità di prestazioni. Sarebbe interessante poter scambiare opinioni  di calcio anche con qualcuno che la gestisce. La Roma è sempre stata un sogno libero, ha sempre significato partecipazione. Ora se ne parla allo specchio.