Qui non ci sono Ronaldo, qui non ci sono Messi: il calcio non è solo dei campioni, quello virtuale non è solo dei pro. Un angolo dedicato a chi si avvicina al mondo degli eSports, per chi li vive con passione ma senza prendersi troppo sul serio. "Un po' di FIFA qua?" è la rubrica dedicata a voi e a noi, ai gamer di tutti i giorni: uno spazio per tutte le curiosità e per raccontare avventure e disavventure digitali.

Cambio di piani, per questa volta rubiamo il lunedì a Daniele 'IcePrinsipe' Paolucci e alla sua rubrica "Prince of FIFA", che tornerà domani con un nuovo video, e dedichiamo il lunedì a noi 'normali' e a un 1° aprile 'fortunato'. E' stato un weekend da pancia piena: pranzi e cenoni di Pasqua tra famiglia e amici (a proposito, anche se in ritardo tanti auguri ai nostri lettori!) e le famose uova con i loro regali. Uno di questi, è arrivato anche a Fifa18: dopo settimane di inseguimenti e parsimonioso risparmio, Paul Pogba è ora realtà.

Personaggio del momento in Premier League, non per meriti: "Non mi era mai capitato di stare così tanto in panchina nella mia carriera, ma è una cosa che mi può rafforzare. Lasciare il Manchester United? La situazione può cambiare, è ancora troppo presto per parlarne", così domenica il centrocampista francese analizzava la propria delicata situazione. Dopo averlo difeso la scorsa stagione da chi lo bollava come 'strapagato' a fronte dei 105 milioni di euro spesi per riacquistarlo dalla Juventus, anche Mourinho ha gradualmente cambiato atteggiamento nei confronti del proprio gioiello, criticandolo ed escludendolo diverse volte dall'undici titolare. Serve il rilancio dunque anche in chiave Mondiale (gol e assist nell'ultima amichevole disputata con la nazionale francese), in un finale di stagione che vede i Red Devils ancora impegnati in FA Cup e per la difesa del secondo posto in Premier.
Questo nel reale, nel virtuale invece non c'è alcun bisogno di rilancio. La versione 'refresh' di Pogba, quella aggiornata, è una carta di tutto rispetto: 88 di valutazione generale, tecnica di dribbling, passaggi e velocità migliorati rispetto all'originale per quella che tuttora resta la miglior mezzala in Premier League. Il regalo di Pasqua ideale quindi per chi, come il sottoscritto, aveva bisogno di un ultimo tassello per completare la rosa Premier a centrocampo, specie poi se a prezzo di saldo: con un prezzo medio a 237mila crediti (fonte Futbin), un Pogba acquistato a 219mila crediti risulta un vero e proprio affare, o anche dovesse fallire non sarebbe comunque una scommessa 'dolorosa' ma rivendibile. Eppure c'è un altro giocatore a cui va il merito di questa operazione, Andrea Belotti: proprio il Gallo, trovato in un pacchetto vinto al Draft (un rapido consiglio dato da modesta e personale esperienza: se non potete disputare partite in Weekend League, il sabato e la domenica gli avversari sono più abbordabili e i pacchetti premio sono spesso più 'generosi'), ha portato gli ultimi 4mila crediti necessari per vincere l'asta all'ultimo minuto e acquistare Pogba. Ora il campo per dire la verità: sarà crisi come nella realtà, o nel virtuale sarà tutta un'altra storia?

E voi avete trovato qualche sorpresa nell'uovo di Pasqua? Consigli per una Premier da urlo? Scrivetelo nei commenti!

@Albri_Fede90