Commenta per primo
Provo molta soddisfazione nel veder giocare così bene Daniele Verde nella Roma, soprattutto per quanta serenità e carattere abbia dimostrato nel giocare domenica scorsa contro il Cagliari in un match di serie A. Bravo il club giallorosso a farlo crescere, maturare, ad assecondarlo nei momenti difficili quando l’anno scorso il ragazzo non giocava praticamente mai. La passata stagione andai personalmente a Catania per valutarlo dal vivo e poi convocarlo nella mia Nazionale. Sono felice che il ragazzo sia cresciuto e stia diventando un patrimonio per il suo club e per la maglia azzurra”. Così il tecnico della Nazionale italiana Under 19 Alessandro Pane a margine del quarto di finale fra Fiorentina e Spezia della Viareggio cup 2015 disputatosi ieri pomeriggio, parlando dell’esterno offensivo Daniele Verde, protagonista in Cagliari – Roma di domenica scorsa. “Purtroppo, non per demerito delle due squadre, è stata una brutta partita, povera di contenuti tecnici quella fra i viola e la formazione ligure, per colpa delle condizioni del campo – ha aggiunto Alessandro Pane – Si è giocato molto sull’aggressione, sulle seconde palle, e la Fiorentina ha avuto la meglio, primo perché Minelli ha fatto un’autentica prodezza, e poi perché è riuscita a consolidare il risultato nel finale, pur non demeritando lo Spezia che è uscita a testa alta. Minelli? E’un assiduo frequentatore delle nazionali, è stata una gara decisa da una sua prodezza che ha fatto un gol incredibile. Petriccione invece non è stato facilitato dalle condizioni del terreno di gioco ma è un’eccellente elemento”. “Sono felice che il Sassuolo punti molto sui giovani grazie alla linea societaria – ha sottolineato ancora il tecnico dell’Under 19 azzurra – Si stanno mettendo in mostra Zaza e Berardi che sono due ottimi attaccanti e fanno comodo anche in Nazionale. Sassuolo-Fiorentina? Mi aspetto una gara aperta a qualsiasi risultato perché sono due squadre votate all’attacco, mi auguro che sia una partita a viso aperto. Di Francesco e Montella stanno facendo davvero molto bene”.