Un’estate italiana. In una bella stagione senza big, l’Italia dei talenti prova a diventare grande nel calcio come nella musica. Mentre l'Under 17 è in semifinale agli Europei qualificandosi così al Mondiale di categoria, sono stati diramati i convocati della nostra nazionale per il Mondiale Under 20 (in calendario in Polonia dal 23 maggio al 15 giugno), nella cui lista spiccano i nomi di Alessandro Plizzari (Milan), Luca Pellegrini (Roma, in prestito al Cagliari), Andrea Pinamonti (Inter, in prestito al Frosinone) e Gianluca Scamacca (Sassuolo). Intanto cresce l’attesa per l’Europeo casalingo Under 21 che andrà in scena dal 16 al 30 giugno. Martedì 21 maggio alle ore 11 a Milano in via Carlo Imbonati 22, Figc e Sony presenteranno il nuovo singolo di Rocco Hunt: "Benvenuti in Italy". All'evento parteciperanno il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina e il selezionatore della Nazionale Under 21, Gigi Di Biagio, che ascolteranno in anteprima le parole e la musica che accompagneranno gli Azzurrini nel cammino europeo. 

Di Biagio e i suoi azzurrini sognano di farci sognare, anche con la benedizione e il benestare di Roberto Mancini. Il ct della nazionale maggiore, già dall’inizio del suo mandato, punta sul lavoro in sincronia con le rappresentative giovanili per far crescere il sistema e, per questo motivo, ha lasciato che l’Under 21 possa attingere a piene mani dalla sua squadra per l’Europeo. Ecco che allora al già forte e amalgamato gruppo di giovani, potrebbero aggregarsi Chiesa e Zaniolo, che con Pellegrini, Cutrone e Kean, solo per citarne alcuni, potrebbero garantirci di lottare per quel titolo europeo che non arriva dal 2004. 

I grandi nomi della nuova scena sono chiamati a trascinare i talenti meno esperti per sviluppare un movimento in grande fermento. E’ ciò che accadrà anche nei tanti festival musicali che, in questa stagione all'aperto 2019, riempiranno tutta Italia di artisti di ogni calibro e livello di hype grazie a line up create da organizzatori sempre più esperti, attenti a qualità e novità interessanti per mostrare che la musica italiana è più che mai viva. Ne abbiamo selezionati cinque tra i più interessanti, meno mainstream e più “italiani” rispetto agli ormai celebri Rock in Roma, Milano Rocks, Lucca Summer Festival, Collisioni Barolo, che andranno in scena tra maggio e agosto. 

1. MIAMI FESTIVAL - MILANO (24-26 maggio 2019) 
Da 15 anni è, per antonomasia, l’apertura della stagione estiva musicale e, sempre da 15 anni, il maggiore punto di ritrovo per i talent scout italiani dell’ascolto musicale, immerso un’atmosfera rilassata tra birra, street food, eventi artistici collaterali e le immancabili zanzare dell’Idroscalo. Ideato da Stefano Bottura e Carlo Pastore nel 2004, il MI AMI è il Torneo di Viareggio della musica italiana e ha lanciato, negli anni, artisti del calibro di Brunori SAS, Le Luci della Centrale Elettrica, Thegiornalisti, Calcutta, Ex Otago e Coez. 
ARTISTI PRINCIPALI: Coma_Cose, Mahmoud, Luca Carboni, Motta, Giorgio Poi, Franco126, Nitro, Bugo. 

2. CORE FESTIVAL - TREVISO (7-9 giugno 2019) 
Fratello minore dell’ormai famoso Home Festival (che quest’anno a luglio, per la prima volta dopo 8 anni, si trasferisce a Venezia con Editors, Paul Kalkbrenner, LP e Aphex Twin in line up), il Core Festival rimane il baluardo della musica indie italiana in Veneto. Sarà alla prima edizione in questo 2019 ma l’esperienza degli organizzatori lo porta già a essere un Festival di chiara impronta europea. 
ARTISTI PRINCIPALI: Calcutta, Salmo, Articolo 31, Achille Lauro, Gemitaiz, Pinguini Tattici Nucleari, Maneskin, Emis Killa. 

3. RUGBY SOUND FESTIVAL & WOODOO FEST - LEGNANO/VARESE (29 giugno-21 luglio) 
Due festival che, nati in piccolo (il primo era inizialmente una festa del rugby di paese), sono cresciuti molto negli ultimi anni, acquisendo un forte respiro nazionale. Si svolgono in Lombardia in due location suggestive: un castello e un bosco. Da quest’anno tra gli organizzatori c’è un accordo in stile Mancini-Di Biagio: talenti più famosi a Legnano e una forte Under 21 a Varese, con Gazzelle a fare il big in prestito, in stile Zaniolo. 
ARTISTI PRINCIPALI: Subsonica, Salmo, Articolo 31, Gazzelle, Canova, Tre Allegri Ragazzi Morti, Ivreatronic (Cosmo). 

4. JOVA BEACH PARTY - SPIAGGE ITALIANE (6 luglio-20 agosto) 
Il tour nelle spiagge di Jovanotti sta prendendo sempre più la forma di un festival itinerante. Da buon campione che si mette a disposizione della nazionale nel ruolo di osservatore, Lorenzo ha scelto infatti 61 artisti che lo accompagneranno nelle 17 date del Jova Beach Party. Ci saranno molti artisti emergenti della scena indie, rap e trap e, per l’esperienza e il gusto del Ragazzo Fortunato, sulla qualità c’è poco da dubitare. 
ARTISTI PRINCIPALI: Jovanotti, Alborosie, Boomdabash, Ex-Otago, Giorgio Poi, Takagi e Ketra, Tre Allegri Ragazzi Morti, Rancore. 

5. APOLIDE FESTIVAL - TORINO (18-21 luglio) 
Quattro giorni immersi in un’area naturale di 30 ettari: un anfiteatro scavato nel ghiaccio a Vialfrè, a meno di mezz’ora da Torino, tra cultura e sport con la musica a farla da padrone. Apolide è il festival più green d’Italia e avrà un programma eterogeneo, talmente cross che tra gli headliner ci sarà anche il trasformista Arturo Brachetti. 
ARTISTI PRINCIPALI: Tre Allegri Ragazzi Morti, Franco126, Cosmo, Myss Keta, Giorgio Poi, Maria Antonietta, I Hate My Village.