Commenta per primo

Un 24enne militante di estrema destra e ultras dell'Ascoli, e con precedenti, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate in seguito ai tafferugli al termine della partita Varese-Ascoli, disputato presso lo stadio comunale varesino. Dopo l'incontro, durante la fase di deflusso degli spettatori, alcuni tifosi ospiti si sarebbero rifiutati di salire a bordo dell'autobus ritardando la fase della partenza.

Intervenute le forze dell'ordine alcuni ultras ascolani hanno reagito alle indicazioni degli operatori scalciando e insultando. Dopo qualche momento di confusione è stata riportata la calma consentendo la partenza dei pullman. Dagli accertamenti, anche grazie ai filmati registrati, è stato identificato il giovane che è ora in carcere per resistenza e lesioni aggravate. Sono in corso ulteriori accertamenti per identificare gli altri responsabili delle violenze anche in vista della misura di prevenzione del Daspo.