89
In viale della Liberazione c’è un caso da risolvere e Ausilio e Marotta stanno studiando la soluzione. Matias Vecino non fa parte del progetto di Conte, almeno non a lungo termine e per questo motivo l’Inter sta cercando di accorciare i tempi anticipando a gennaio una separazione che appare ormai annunciata a giugno. Questo il discorso intrapreso in sede con l’entourage del calciatore, che però è ancora alla ricerca di un progetto che possa fare al caso del suo assistito. Vecino non giocherà neanche contro il Cagliari, il centrocampista non rientra tra i convocati e Antonio Conte in conferenza stampa ha contribuito ad alimentare voci che lo vogliono ormai ai margini: “Se è fuori per problemi fisici o per questioni di mercato? Io parlo solo del fatto che non è a disposizione e che non è convocato”.

TENTATIVI D'ADDIO - Antonio Conte ha tracciato una linea precisa, adesso starà agli uomini mercato trovare sponde. L’interesse del Tottenham è concreto ma gli inglesi lo hanno chiesto solo in prestito e per 18 mesi. L’Everton, invece, non affonda il colpo. Quelle che porterebbero in Premier sembrano due strade a fondo chiuso, potrebbe essere necessario trovare nuovi sbocchi, un po’ come accaduto con Politano dopo il tramontare dell’ipotesi Roma. Alla finestra c’era il Napoli, altro club interessato a Politano e con cui si è parlato - anche se per pochissimo tempo - di un eventuale scambio con Allan, centrocampista in partenza dalla Campania. Così come si era parlato di uno scambio col Milan con Kessiè, anche quello naufragato. Il segnale, però, è che l’Inter stia cercando di inserire Vecino in diverse trattative, che finora non hanno trovato risoluzione. Alla chiusura del mercato mancano 6 giorni, si continuerà a lavorare per trovare una strada che porti alla cessione.