Commenta per primo

Oltre 14mila persone allo stadio Bentegodi per seguire la sfida tra Verona e Livorno. I padroni di casa vogliono rimanere agganciati alla vetta per provare a centrare la promozione in serie A, gli ospiti invece cercano di portare a casa almeno un punto per non aggravare ulteriormente la posizione in classifica. Già dai primi minuti è la squadra scaligera a spingere, mentre gli uomini di Madonna si limitano a contenere ripartendo veloci in contropiede. Al 15' Salviato tocca di mano in area su cross di Pugliese, e per Calvarese non ci sono dubbi: è rigore. Bardi è bravissimo ad intercettare la conclusione dagli undici metri di Berrettoni mantenendo il risultato sullo 0-0. Nel secondo tempo la pressione del Verona diminuisce a tratti, il Livorno prova ad addormentare la partita, per questo Mandorlini prova a mettere in campo forze fresche nel reparto offensivo. La scelta viene premiata: è infatti una punizione di Lepiller al 78' a decidere le sorti dell'incontro. Il Verona continua la corsa tenendo il ritmo delle altre squadre di testa, il Livorno vede complicarsi ulteriormente la posizione in classifica.

VERONA

L'allenatore del Verona, Andrea Mandorlini: 'Non siamo al top, ma abbiamo costruito molte cose positive, ora abbiamo una settimana per preparare la prossima partita. Dietro siamo un po' in emergenza ma fortunatamente ha fatto un'ottima partita Abbate. Se non avessimo vinto oggi il percorso sarebbe stato compromesso perché le altre vanno forte, siamo stati bravi a mantenere il passo. Abbiamo sbagliato un rigore e fallito tre-quattro occasioni importanti. Il calcio è così, la prestazione è stata positiva anche se il goal è arrivato quasi nel finale. Sotto porta dobbiamo sicuramente fare meglio'.

LIVORNO

L'allenatore del Livorno, Armando Madonna: 'E' stata una partita nella quale a mio avviso abbiamo rischiato poco, ma dovevamo fare meglio sul fronte offensivo, questa sterilità in avanti ha compromesso la nostra partita. Ho voluto mettere una formazione equilibrata per convincere i ragazzi che non venivamo a Verona solo per difenderci, purtroppo abbiamo sbagliato spesso nell'ultimo passaggio verso le punte. Ora dobbiamo fare i punti per salvarci, ma ci aspettano delle partite difficili nelle quali dovremo raccogliere almeno due vittorie'.