Commenta per primo
Come si legge sul comunicato ufficiale del Verona, ecco le dichiarazioni del tecnico gialloblù Andrea Mandorlini alla vigilia del match con il Genoa: "Marzo non è stato positivo dal punto di vista dei risultati, quella di domenica è l'ultima partita del mese e dobbiamo cercare di andare a fare punti. Dopo Cagliari ci siamo parlati come sempre, in questi momenti difficili bisogna fare così anche se le parole lasciano il tempo che trovano, bisogna dare la svolta sul campo. Romulo? Forse era venuto il momento di farlo riposare quindi ben venga questa squalifica, certo è un giocatore importante per noi. Il Genoa? Viene da un buon momento, ma sono convinto che noi faremo una buona partita. L'attacco? Magari sono stanchi, così come i centrocampisti, ma facciamo meno bene un po' tutto. Mi auguro che con questa partita si riprenda il discorso interrotto. Il Bentegodi? In tutti questi anni ne abbiamo vinte tante lì, adesso è un momento così, dobbiamo avere pazienza per invertire questa rotta negativa in casa. Dobbiamo passare dalla partita, è solo quella che può dare la svolta. I titolari? Avevamo già programmato di fare del turnover, anche domenica giocherà chi non ha giocato mercoledì, ma è l'atteggiamento della squadra che deve essere diverso. A Cagliari abbiamo avuto anche poche occasioni per segnare a differenza delle gare precedenti, occorre tornare a fare gol. Dobbiamo fare di più e mi auguro che domani sia la giornata giusta. La mancata reazione a Cagliari? Nel secondo tempo c'è stata, magari un episodio poteva portarci al pareggio. È un momento nostro, dobbiamo uscirne da soli, dobbiamo andarci a prendere la rivincita tutti insieme. È anche difficile trovare la tranquillità quando si arriva da quattro/cinque sconfitte consecutive. Abbiamo fatto tanti punti all'andata e al ritorno meno, dobbiamo uscire prima possibile da questo momento. Ogni sconfitta ha una sua storia, di fondo c'è che comunque abbiamo perso quattro volte e la squadra non era abituata a questi risultati. Quello che riusciamo a fare nei 90 minuti è quello che conta, dobbiamo concentrarci solo sulla prossima partita. Nelle prossima cinque partite quattro sono in casa, sarebbe davvero bello tornare a fare risultato. Siamo fermi da tanto tempo, dobbiamo tornare a muovere la classifica. Le stelle di Verona e Genoa? Ogni partita mette a confronto grandi giocatori, ma il Genoa indubbiamente sta meglio di noi sul piano dei risultati. Fame? Io ne ho sempre, e come me, anche se abbiamo raggiunto la salvezza, tutta la squadra ne ha ancora tanta".