731
In piena emergenza il Milan si ritrova e a Verona contro un Hellas ai limiti dell'irriconoscibile trova una rotonda vittoria per 2-0 che non solo respinge l'assalto della Juventus al secondo posto, ma lo consolida e riporta i rossoneri a -3 dall'Inter capolista e che sarà impegnata domani contro l'Atalanta. Ancora una volta quando la formazione rossonera si trova in difficoltà arriva la risposta più importante degli uomini di Stefano Pioli costretto a rinunciare in ordine sparso a Rebic, Ibrahimovic, Mandzukic, Bennacer, Tonali e perfino a Theo Hernandez, ma che pesca ancora una volta i jolly giusti dalla panchina con Krunic e Dalot che firmano la vittoria finale.

In apertura il Milan rischia perché su un errore difensivo di Tomori (preferito a Kjaer), Donnarumma è costretto a uscire su Lasagna salvando il risultato ma accusando un piccolo problema che mette in allarme i rossoneri. Il Verona però è tutto lì, con Kessie e Meite che riescono ad annullare Barak e Zaccagni rendendo sterile il supporto alle punte. E così dopo una colpo di testa in area piccola di Leao che non trova lo specchio, il Milan trova il gol del vantaggio grazie a Krunic che si conquista una punizione dal limite e poi la trasforma trovando una traiettoria magica all'incrocio con un Silvestri non precisissimo sul suo palo.

Nella ripresa il copione non cambia con il Verona che si conferma sterile e incapace di reagire, anzi, al 50' i rossoneri trovano anche il raddoppio con Saelemakers che serve in area Leao il quale, ingannando i difensori, lascia sfera a Dalot bravo a liberarsi a sua volta di un marcatore e scagliare alle spalle di Silvestri un destro imparabile.

Virtualmente la gara finisce qui, perché Silvestri è bravo a non farsi più sorprendere dalle conclusioni di Krunic e Saelemaekers, ma il Verona, nonostante i cambi di Juric che manda in campo Dimarco, Favilli, Ilic, Salcedo e Bessa non va più vicino al gol di un colpo di testa a lato di Ceccherini. La vittoria è quindi netta e meritata per un Milan che riprende la sua corsa proprio dove l'aveva virtualmente interrotta. Quando sono in emergenza i rossoneri riescono sempre a trovare energie inaspettate. È questo il segreto della banda di Pioli.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER L'APPROFONDIMENTO DI 100ESIMO MINUTO DI ALBERTO CERRUTI