1

Al termine dell'allenamento di ieri pomeriggio il brasiliano Romulo si è concesso alle telecamere di Sky Sport. 'Ripartiamo dalla sconfitta di San Siro pensando a quanto fatto fino ad ora, ovvero dai 32 punti, che sono tantissimi - ha dichiarato il centrocampista del Verona, il cui cartellino è ancora di proprietà della Fiorentina -. Contro il Milan non abbiamo giocato bene nei primi 15 minuti, poi siamo entrati in partita e li abbiamo messi in difficoltà. La Roma? Fa un grande calcio, come la Fiorentina, con tanto possesso palla: la affronteremo con lo stesso spirito con cui abbiamo affrontato tutti al Bentegodi, cioè con aggressività, tenendo il ritmo alto, pronti a far male. Verona è una città spettacolare, i tifosi sono appassionati e l'allenatore mi piace molto, e poi la continuità è importante per un calciatore: sono soddisfatto, spero che le cose vadano avanti in questo modo. La Juventus su di me? Sono contento di queste voci. Il mio procuratore sta lavorando, come tutti gli agenti del resto, ma è ancora presto; ora sono all'Hellas e penso solo a dare il massimo per questa squadra, che mi ha accolto e mi sta dando tante opportunità. La Juve è una squadra fortissima, ha vinto due campionati di fila e tutti sarebbero felici di giocare lì un giorno. Giocare la Champions, poi, per me sarebbe un onore, è uno dei miei obiettivi. Jorginho? Manca a me e a tutti i miei compagni, ma spero tanto che altri calciatori che sono qui oggi riescano a ripercorrere le sue orme'.