174
L'Hellas Verona prende posizione. Dopo la città, rappresentata dal sindaco Sboarina ('non ho sentito cori a Balotelli, non accetto che la città sia accostata al razzismo'), arriva la denuncia del club. La società gialloblù, dopo i fatti di domenica pomeriggio che hanno visto Mario Balotelli triste protagonista di episodi di razzismo, ha emesso una nota ufficiale, in cui denuncia pubblicamente i comportamenti di Luca Castellini, capo ultrà legato a Forza Nuova, escludendolo dal Bentegodi per dieci anni. Il tifoso, nella giornata di ieri, aveva dichiarato: "Balotelli non sarà mai italiano. Anche il Verona ha un negro in campo, ma è stato applaudito da tutto lo stadio". 

IL COMUNICATO - "Hellas Verona FC comunica di aver adottato nei confronti del Signor Luca Castellini una misura interdittiva che, proporzionata alla gravità dei fatti, alla luce di quanto previsto dagli artt. 6 e 7 del Codice Comportamentale, essendosi trattato di un comportamento basato su considerazioni ed espressioni gravemente contrarie a quelle che contraddistinguono i principi etici ed i valori del nostro Club, prevede la sospensione di gradimento nei confronti del Signor Luca Castellini da parte di Hellas Verona FC sino al 30 giugno 2030". Per oltre dieci anni, dunque, accesso negato al Bentegodi per Castellini.