314
Ci siamo. Questa sera a Wembley, alle 21 ora italiana, si giocherà la finale degli Europei fra Italia e Inghilterra, ultimo atto di Euro 2020, posticipato di un anno a causa del Covid. 

DAL NOSTRO INVIATO A LONDRA, FEDERICO ZANON


FISCHI ALL'INNO ITALIANO -
Nonostante l'appello alla massima correttezza da parte del ct inglese Southgate, all'inizio dell'esecuzione dell'inno nazionale italiano si sono avvertiti parecchi fischi da parte dei sostenitori di casa.


IL PRESIDENTE E' ARRIVATO - Sergio Mattarella ha raggiunto Wembley e ha preso posto in tribuna
al fianco del numero uno della FIGC Gabriele Gravina.


MATTARELLA A LONDRA - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è atterrato pochi minuti fa a Londra e si appresta a raggiungere lo stadio di Wembley, dove assisterà alla finale dell'Europeo tra Italia e Inghilterra.


IL RITO DI VIALLI - L'Italia si dimostra molto attenta anche alla scaramanzia a poco più di un'ora dall'inizio della finale dell'Europeo. Gianluca Vialli è stato protagonista della consueta passeggiata in solitaria sul terreno di Wembley prima dell'inizio del riscaldamento dei calciatori.

GLI AZZURRI IN CAMPO - La Nazionale italiana ha raggiunto Wembley e ora tutti i calciatori di Roberto Mancini si trovano in campo
per la classica "passeggiata" prima dell'ingresso negli spogliatoi. Gli Azzurri hanno ricevuto la calorosa accoglienza dei nostri connazionali in tribuna.

INCIDENTI A WEMBLEY, LA NOTA UEFA - La situazione sta tornando alla normalità all'esterno dello stadio, dove molti tifosi sprovvisti dei biglietti hanno provato a forzare i cordoni di sicurezza, sin da metà giornata. L'intervento della polizia e l'innalzamento di barriere metalliche hanno limitato i danni, visto che erano diverse migliaia le persone che hanno provato ad accedere dentro Wembley. Qualcuno di loro è riuscito nell'intento, ma la Uefa ha comunicato ufficialmente che le persone sprovviste di biglietto non avranno modo di assistere alla partita e che ogni protocollo sanitario e di sicurezza verrà rispettato.

GLI INGLESI SONO ALLO STADIO - Harry Kane e compagni hanno raggiunto per primi Wembley, a bordo del loro pullman
. Sugli spalti intanto, in attesa che il numerosissimo pubblico di casa faccia il suo ingresso sugli spalti, i circa 7000 sostenitori italiani hanno già preso posto e si stanno facendo sentire a suon di cori. Tra di loro, pure l'ex attaccante di Milan e Fiorentina Patrick Cutrone.


PROBLEMI ALLO STADIO - Sale l'attesa, cresce la tensione a circa due ore da fischio di inizio di Italia-Inghilterra e fuori da Wembley la situazione inizia a diventare problematica dal punto di vista dell'ordine pubblico. I cancelli dello stadio londinese sono stati momentaneamente richiusi, a causa dei continui tentativi di centinaia di persone di "sfondare" per accedere all'impianto, con gli steward in enorme difficoltà.


L'ITALIA PARTE PER WEMBLEY - Il pullman dell'Italia ha appena abbandonato il centro sportivo del Tottenham, che ha ospitato il ritiro degli Azzurri prima della finale dell'Europeo contro l'Inghilterra, per raggiungere lo stadio di Wembley.

ENTUSIASMO ALLE STELLE -
Saranno tanti i tifosi dell'Inghilterra all'interno (circa 60.000), ancora di più sono quelli che hanno affollato le strade di Londra per trasmettere la loro carica alla nazionale di Gareth Southgate.
 

L'ATMOSFERA - Cresce l'attesa per la finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra. Questo il clima che si respira a poche ore dall'inizio della partita, nei pressi di Wembley:
 

SCONTRI A LEICESTER SQUARE
- Non è tutta rosa e fiori la situazione nelle vie di Londra, dove si vive un clima di grande festa e trepidazione per la finale di Euro 2020. Soprattutto nella zona di Leicester Square, molti hooligans hanno dato vita ad un fitto lancio di bottiglie di vetro, lattine e altri oggetti che hanno richiesto l'intervento delle forze dell'ordine.