Commenta per primo

Comincia con il piede giusto l'avventura in questa Viareggio Cup 2011 l'Atalanta. A Cupra Marittima (AP) i nerazzurri si impongono per 2 a 1 sulla Stella Rossa di Belgrado al termine di una gara quanto mai impegnativa dal punto di vista fisico a causa del terreno in pessime condizioni dopo la pioggia caduta nelle ore precedenti la gara. Gli uomini di Bonacina vanno in vantaggio al 13' del primo su calcio di rigore con Pieroni. Pari ospite al primo minuto della ripresa con una bella incursione sulla sinistra di Rajic, entrato nell'intervallo al posto di Lukovic. Proprio l'attaccante con la maglia numero 19 ha rappresentato uno dei pericoli maggiori per la difesa bergamasca nel corso della ripresa: pur se non raffinato tecnicamente, Rajic ha fatto comunque valere la propria prestanza fisica su un terreno che richiedeva questo tipo di caratteristiche. Atalanta un po' in difficoltà ma una bella conclusione al volo di Molino al 15' del secondo tempo, dopo una ribattuta alta della difesa serba, la riporta in vantaggio. Pressione della squadra serba per il resto dell'incontro ma il risultato non cambia, è anzi Gatti a 15 minuti dal termine a vedersi respingere sulla linea di porta la palla del 3-1.

Tra i nerazzurri si segnalano le prestazioni del numero 10 Minotti, ragazzo del '92, dotato dal punto di vista tecnico e atletico ma anche disposto a sacrificarsi per la squadra, come del resto richiedono partite come queste. In difesa spiccano le prove di Arcari e di Baselli, entrambi interessanti in prospettiva futura e con ampi margini di miglioramento. Migliore in campo rimane comunque il numero 13 Molina: per lui la conferma delle proprie qualità tecniche arriva con il bellissimo gol che regala la vittoria alla sua squadra.

Soddisfatto al termine della gara il tecnico bergamasco Walter Bonacina, non solo per il risultato: 'Oltre la vittoria c'è stata la bella prestazione della squadra. E' stata una partita di sofferenza, giocata su un terreno ai limiti della praticabilità. Nel primo tempo abbiamo giocato meglio, nella ripresa abbiamo sofferto di più, anche perchè le condizioni del terreno sono peggiorate. Loro sono una squadra molto fisica e su questo terreno hanno fatto valere le loro caratteristiche. Siamo stati però bravi a tornare in vantaggio e abbiamo avuto anche la possibilità di chiudere l'incontro. Il nostro obiettivo in questo torneo è fare bene partita dopo partita per far crescere i nostri ragazzi e andare avanti il più possibile'.

Stremato ma comunque sorridente anche Nadir Minotti: 'Soprattutto in difesa abbiamo fatto una grande prestazione. Siamo una squadra tecnica, cui piace giocare la palla, perciò questo tipo di campo ci ha un po' penalizzato. All'inizio del secondo tempo, dopo il loro pareggio, siamo stati bravi a rimanere corti e a non disunirci. Puntiamo ad arrivare più in alto possibile in questo torneo. E' una vetrina prestigiosa per noi giocatori ed è importante dare il meglio di sè. In futuro spero di entrare nel giro della prima squadra, quando capiterà l'occasione dovrò essere bravo a farmi trovare pronto'.

IL TABELLINO

ATALANTA - STELLA ROSSA 2 - 1

Reti: 13' pt. Pieroni rig. (A); 1' st. Rajic (S), 15' st. Molina (A).

Atalanta: Facheris, Molina, Possenti, Baselli, Arcari, De Leidi, Cortesi (26' st. Gatto), Almici, Pandiani (14' st. Tanferna), Monitti, Pieroni (10' st. Magnagni). A disposizione: Rossi, Cremaschi, Esposito, Malaccari, Zappacosta. All. Bonacina.

Stella Rossa: Dmistrovic, Stojkovic, Miletic, Kovacevic A., Spajic U., Krneta J., Lukovic (1' st. Rajic), Causic (14' st. Srnjc S.), Durickovic, Srnic S. (17' st. 14 Stoijkovic), Denkovic. A disposizione: Cakovic, Spasic, Duric, Zorica. All. Dusan.

Arbitro: Sacchi di Macerata.

ammoniti Arcari (A), Stojkovic (S), Durickovic (S).