193
Andrà via, resta solo da capire quando. A gennaio o al massimo a giugno, a un anno dalla scadenza, Arturo Vidal lascerà il Bayern Monaco. Questione di stimoli, che il cileno non ha più in Germania, di desideri, quello dell'ex Juventus di tornare in Italia, e di priorità, in questo caso del club tedesco, che si è stufato dei suoi comportamenti fuori dal campo. Il suo allenatore Sampaoli non ha usato giri di parole "Vidal ha un problema con l'alcol, non riesce a controllarsi. Dovrebbe farsi vedere da uno specialista", per questo motivo il Bayern ha deciso di trovargli una nuova sistemazione. Il prima possibile, ma senza perderci troppi soldi. 

SI' ALL'INTER - Sbarcato in Germania nell'estate 2015 per 37 milioni di euro più 3 di bonus, Vidal ne vale circa 25. Chi vuole trattare il suo cartellino deve essere disposto a mettere sul tavolo almeno quella cifra. L'Inter monitora la situazione, consapevole che Vidal a Milano può darsi una regolata nella vita privata e può diventare il valore aggiunto di un centrocampo che ha bisogno di rinforzi per sognare in grande. Il problema è sempre di natura economica: Ausilio e Sabatini in questo momento non possono fare grandi investimenti, ma possono contare sul sì del giocatore, che è disposto a sposare il progetto nerazzurro. Un buon inizio per una trattativa tutt'altro che utopica.