106
Ultimi giorni di mercato, quelli nei quali le operazione sin qui solo caldeggiate sono destinate ad entrare nel vivo. Il motivo è presto detto: più passano le ore e più la valutazione dei calciatori coinvolti è destinata a scendere, con benefici evidenti per le società acquirenti. E' il caso anche della Juventus, che ha investito sino a questo momento quasi 37 milioni nelle operazioni in entrata per rinforzare l'organico di Allegri, incassando a sua volta circa 31 milioni dalle cessioni di Quagliarella, Vucinic, Peluso, Immobile. Un saldo in negativo di soli 6 milioni di euro che non sarà sufficiente ad allontanare le voci insistenti sull'imminente partenza di una stella della squadra.

POGBA RESTA - La boutade di un componente dell'entourage di Paul Pogba sulla possibilità di una clamorosa cessione negli ultimi giorni di questa sessione di mercato è da etichettare come tale, visto che proseguono spediti i contatti tra Beppe Marotta e Pavel Nedved col procuratore Mino Raiola per allungare fino a giugno 2019 il contratto in scadenza nel 2016, con un sostanziale adeguamento dell'attuale stipendio da 1 milione di euro. Di riflesso, nonostante le smentite di facciata, il trasferimento di Arturo Vidal al Manchester United resta un'ipotesi assolutamente praticabile; i Red Devils, spaventati dall'iniziale richiesta di 50 milioni di euro, temporeggiano perchè sanno che i giorni a cavallo tra il 30 agosto ed il 1° settembre potrebbero recapitare novità interessanti sul futuro del cileno.

VAN GAAL ASPETTA VIDAL - Mai impiegato sin qui nel precampionato della Juve (potrebbe debuttare domani contro Milan e Sassuolo nel Trofeo Tim, ma il condizionale è d'obbligo), Vidal si è sempre comportato con correttezza con la sua attuale società, perchè sa che van Gaal è pronto a farsi avanti concretamente per portarlo in Premier League. Dal Cile, il quotidiano El Mercurio riferisce che la nuova proposta del club inglese sarà di circa 40 milioni di euro e il cartellino dell'attaccante messicano Javier Hernandez, una delle piste seguite da Allegri per completare il reparto d'attacco. Il sostituto di Vidal è noto da tempo in Corso Galileo Ferraris: risponde al nome dell'interista Fredy Guarin, l'uomo che con la sua partenza può consentire a Mazzarri di vedere soddisfatte le sue ultime richieste in tema di campagna acquisti.
COLPO LOW COST PER LA JUVE - Il centrocampista colombiano ha un accordo totale da gennaio con la Juventus sull'ingaggio e sino ad oggi ha risposto picche a tutte le ipotesi alternative. Dopo l'incontro interlocutorio di ieri tra il ds nerazzurro Ausilio e l'agente del giocatore, si è giunti alla conclusione che non esistono al momento offerte concrete per lui. Lo Zenit San Pietroburgo ha fatto qualche sondaggio ma non riscuote il gradimento di Guarin, mentre l'idea Manchester United non trova riscontri. Valutato inizialmente 18 milioni di euro, l'ex Porto si è deprezzato sempre di più col passare delle settimane e alla fine del mese la sua quotazione potrebbe abbassarsi ulteriormente. In questo scenario si inserisce la Juventus, pronta a far valere la preferenza espressa in maniera netta dal ragazzo per consegnare ad Allegri il rimpiazzo ideale di Vidal e con un esborso che si aggirerà sui 10 milioni di euro.
 
Tutto il mercato con le nostre app: Android bit.ly/1bG1G9y iOS bit.ly/18px8FS Windows Phone bit.ly/1lldIZG