Commenta per primo
Passerella finale per uno dei talenti più cristallini mai prodotti dal calcio statunitense, Landon Donovan, uno dei più grandi di sempre. La 157° presenza dell'ex Everton gli consentirà di aumentare il bottino personale di 57 reti e 58 assist, una messe da record per il pedatore californiano. Le ruggini con Jurgen Klinsmann, che aveva lasciato a casa il centrocampista dei Galaxy per il Mondiale brasiliano, sono lungi dall'essere dimenticate. L'ex c.t. della Nazionale aveva messo in dubbio la motivazione di Donovan, forse memore dei pochi mesi passati dall'americano al Bayern, quando Klinsmann era al timone. Il tecnico degli Stars and Stripes però è riuscito a mettere le considerazioni da parte e concedere la passerella nell'amichevole contro l'Ecuador. 'Siamo d'accordo con Landon: ovviamente partirà da titolare - ha affermato Klinsmann -. Vestirà la fascia da capitano per rispetto verso quello che ha fornito alla Nazionale in così tanti anni di carriera straordinaria. Vogliamo che si goda questo momento fino in fondo. Il programma è di farlo giocare circa mezz'ora, visto che due giorni dopo dovrà giocare per i Galaxy e si aggregherà al gruppo solo giovedì. Ovviamente è un momento speciale per lui, una festa per tutta la Nazionale'.

Get Adobe Flash player