Mettiamola così: studi per un'estate il listone de la Gazzetta dello Sport, ti informi su calciomercato.com per scoprire qualche nome esotico in arrivo nella nostra Serie A, prendi appunti sul tuo quadernone che si aggiorna ogni anno sempre di più, fai l'asta del Fantacalcio, vinci il Fantacalcio. Ripeti lo stesso l'anno successivo. Solito procedimento, stesso risultato. Ora, mettiamo che tu vinca un Fantacalcio organizzato dal Daily Mirror e uno dalla Bild, mettendo insieme una cifra superiore ai 120mila euro. Che succede? 

NUOVO SCOUT - Succede che, se ti chiami Rui Marques, diventi un nuovo scout internazionale del Legia Varsavia. E' andata più o meno così per l'ex studente di economia, il portoghese giudicato come miglior fantallenatore del mondo, che è stato chiamato dal club polacco per studiare e trovare giocatori in giro per il mondo, pronti per affrontare l'Europa League, competizione alla quale il Legia parteciperà. Dopo aver vinto i due Fantacalcio citati prima, ha provato a fare lo scout col Porto e poi con l'Estoril, è volato negli States, in MLS, per lavorare con lo Sporting Kansas City e ora l'avventura con il Legia Varsavia. Ha osato, ha scommesso su se stesso e ce l'ha fatta.

UN MILIONE - Queste le parole di Marques al Sun: "Mi hanno mandato in Scozia per la partita contro Cipro. Dovevo valutare alcuni calciatori ciprioti come potenziali acquisti. Quando ero in Portogallo il club ha acquistato due giocatori che erano nel mio report finale. E uno dei due è stato venduto sei mesi dopo con un profitto di un milione di sterline". Il fantacalcio è il gioco più del mondo. E sì, ora fa anche curriculum.