Violenza, Nicchi: “Modifica a Codice di giustizia è atto di civiltà”. Figc dà seguito a intese con Governo

“Finalmente la Federazione ha recepito il grido d’allarme che le rivolgiamo da dieci anni. Gli arbitri non si possono e non si devono toccare, d’ora in poi chi lo farà sarà sanzionato in modo esemplare. È un grande risultato, un atto di civiltà”. Così il Presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha commentato le modifiche al Codice di Giustizia Sportiva, adottate dalla FIGC e figlie anche delle interlocuzioni con la Presidenza del Consiglio ed il Ministero dell’Interno, avute a partire dal 13 novembre scorso.