40
SONO ITALIANO VIVO IN BRASILE IL PAESE DELLA COPPA DEL MONDO. HO  VISTO LE PARTITE DELL´ITALIA E UNA COSA POSSO DIRE DA ITALIANO A PRANDELLI: FAI GIOCARE L´ITALIA SEMPRE PER VINCERE SENZA CALCOLI PERCHE' LA NOSTRA SQUADRA HA CUORE E CAPACITA' PER ARRIVARE FINO IN FONDO. NON ASCOLTARE LE CRITICHE: UNA PARTITA NON PUO' COMPROMETTERE 4 ANNI DI UN OTTIMO LAVORO ( FINALE EUROPEA E QUALIFICAZIONE AL MONDIALE).
VAI ITALIA, SIAMO TUTTI CON TE!

Ecce '68 da Vivo x lei
----------------------------------------

Caro Ecce '68,
condivido lo spirito del suo post: alla luce delle notizie che arrivano da Natal, penso che Prandelli stia facendo le mosse giuste. Parafrasando Flaiano, soltanto gli sprovveduti non cambiano mai idea e il ct non è certamente uno sprovveduto. Lui per primo è rimasto scioccato dal tracollo azzurro contro la Costa Rica, corre ai ripari e dimosra di fare tesoro degli errori commessi. Questo si chiama ragionare ed avere capacità di autocritica.

L'infortunio di De Rossi induce Prandelli a tornare alla difesa a tre di stampo juventino (Barzagli, Bonucci e Chellini), con Darmian e De Sciglio terzini di fascia; un centrocampo dove torna Verratti; un attacco dove Immobile affianca Balotelli.

Come dice Buffon, che, da capitano vero, ha avuto il merito di assumersi le proprie responsabilità parlando forte e chiaro ai compagni e ai tifosi, contro l'Uruguay bisognerà giocare con la testa fredda e il cuore caldo. 

Immobile è stato il capocannoniere dell'ultima serie A, segnando 22 gol, senza calciare i rigori; è appena passato al Borussia Dortmund che ha fatto uno dei colpi dell'anno pagandolo 19,5 milioni di euro (complimenti a Juve e Toro per la fretta con la quale l'hanno ceduto); contro l'Uruguay darà l'anima. Nulla è perduto. Ma bisogna crederci.
A disposizione ci sono due risultati su tre e, tuttavia, puntare sul pareggio, andare in campo con il bilancino, sarebbe un errore madornale. L'Uruguay è una grande squadra, ha Cavani e Suarez, ma non è imbattibile, tant'è vero che, come l'Italia, le ha prese dalla Costa Rica. Se a Natal vedremo la vera Italia, né il PIstolero né il Matador potranno fermarla.

x.j.






APRI ORA IL TUO BLOG IN VIVO X LEI, GLI INTERVENTI PIU' INTERESSANTI SARANNO DISCUSSI DAL DIRETTORE JACOBELLI