Commenta per primo

Niente prova tv per il romanista Mirko Vucinic in merito all'episodio accaduto nel corso della semifinale d'andata contro l'Inter al 2' della ripresa e avente per protagonista il montenegrino e il brasiliano dell'Inter Lucio. Lo ha deciso il Giudice sportivo Gianpaolo Tosel che ha esaminato le gare valide per le semifinali della competizione nazionale. "E' evidente - scrive il Giudice nel dispositivo - l'antisportività del gesto compiuto dal Vucinic, del tutto avulso dal contesto agonistico (il pallone non era in alcun modo raggiungibile), ma la limitata energia impressa al movimento del braccio e la zona del corpo attinta (braccio ed emitorace), non particolarmente delicata e sensibile, inducono a ritenere che non sussista, nell'esclusione di ogni ragionevole dubbio, quella "potenzialità lesiva" che connota la 'condotta violenta'".