Carissimi blogger e lettori di VxL,
eccoci come ogni martedì per il resoconto settimanale e l'assegnazione di premi e trofei: quest'oggi si comincia dai debuttanti.

TROFEO MIGLIOR DEBUTTANTE - Particolarmente lieti, non ce ne vorranno gli altri blogger in gara, che a vincere Trofeo e buono acquisto Amazon.it dal valore di 20,00 euro sia una 'vecchia conoscenza', un utente che fino alla scorsa settimana non era mai sceso in campo pur facendo attivamente parte della community, commentando in modo sempre educato e proficuo gli articoli di VxL e di cm, già dal 2016; stiamo parlando di quadramaraCon due pezzi, Lettera a Moise Kean, valutato con un 7.5 e Ronaldo Sì-Ronaldo No. Domani è un altro giorno, 7.25 il voto, quadramara ottiene la MEDIA voto redazionale più alta ed è pertanto il vincitore di questa settimana: complimenti a lui e finalmente un caldo benvenuto tra i blogger attivi, certi che dopo un tal debutto non si fermerà più!

TROFEO DELLA CRITICA - Passiamo dunque al trofeo più atteso, quello che dà la possibilità a tutti gli utenti che durante la settimana in corso hanno caricato almeno 1 articolo ottenendo un voto pari o superiore a 7 di essere valutati da un giornalista di rilievo facente parte della Redazione di calciomercato.com, il quale decreta a suo giudizio il miglior componimento tra i 4 sottoposti alla sua attenzione dalla redazione.
Questi i quattro articoli scelti:
- Un solo Stadio per Milano, una grande follia! di bumba;
Un'idiozia tifare contro! Ma una volta ho goduto... di GUALTIERO;
- Milan, mercato tra fantasia, duttilità e modulo mutevole... di Angelredblack;
- L'abbraccio del campione, soffio di nobiltà tra le stelle di Matteo1999.

Per la seconda settimana consecutiva è stato il giornalista Pippo Russo a premiare il vincitore di oggi; onorati di poterlo ospitare qui a VxL, lasciamo spazio alla sua accurata disamina: Va bene la passione per il calcio, con l'appello all'aspetto sentimentale. E va bene anche la ragione applicata alle cose di pallone, perché pure in questo settore bisogna applicare gli strumenti dell'analisi. Ma le viscere, ce le vogliamo mettere? Cioè quella predisposizione a essere catturati dalle emozioni forti, e anche a lasciarsene dominare ma a patto che ciò non sfoci in violenza. Perché il calcio è anche questo, e pretendere di sterilizzare tale aspetto significa non avere compreso lo spirito del gioco.
La premessa è indispensabile, per inquadrare al meglio i quattro articoli che questa settimana si contendono la vittoria di “Vivo x lei”. Si tratta di contributi che in modo diverso modulano ragione e passione. Ma due di questi mostrano anche una sana visceralità. Che così inserita non guasta per niente. Anzi, li rende più godibili. Perché esporre in modo schietto pensieri e atteggiamenti che altri preferirebbero edulcorare è un merito. L'importante è evitare di trascendere.
Di sicuro non le manda a dire l'utente bumbatifoso milanista che firma un articolo perentorio già a partire dal titolo: “Un solo stadio per Milano, una grande follia!”. La sua opinione è netta: Inter e Milan devono avere ciascuna il proprio impianto, perché è più conveniente per entrambe e perché è il momento di piantarla con questa coabitazione. Ovviamente bumba si cura soprattutto della convenienza di parte rossonera, e ci mette pure del ragionamento nell'attuare una di quelle analisi costi-benefici che oggi vanno tanto di moda. Ma in termini di tono egli tocca il meglio davanti alla prospettiva di una demolizione e ricostruzione del Meazza. Lì la vis raggiunge tocca l'apice. Nel vergare quei passaggi la tastiera deve essergli sembrata un lanciafiamme.

Non meno viscerale, ma caratterizzato da tono più lieve e ironico, è l'articolo di Gualtiero. Che è un tifoso juventino residente a Cagliari, e nel suo “Un'idiozia tifare contro! Ma una volta ho goduto...” non ha paura di sfidare l'argomento “politically correct” sulla meschinità del tifare contro. Ma chi l'ha stabilito che non si deve? Certo che sì, invece. Si è tifosi, mica sportivi. E tifare contro fa parte del pacchetto. Gualtiero rievoca la finale di Champions League del 2003 fra Juventus e Milan, seguita in tv presso una sala di ristorante piena di milanisti. Un supplizio raccontato nei dettagli (spesso comici), da cui scaturisce una voglia di rivalsa che porterà l'autore a provare per la prima volta in vita sua l'esperienza del tifo contro. Ciò che accadrà due anni dopo, la notte della finale di Champions League giocata a Istanbul fra Milan e Liverpool. Si tratta di un articolo talmente godibile da indurre a perdonare qualche scivolone in materia di stile e punteggiatura.
Questa puntata di “Vivo x lei” è contrassegnata da una presenza dominante del Milan, tanto quanto quella della scorsa settimana registrava una ricorrenza di articoli sulla Fiorentina. Al club rossonero è dedicato anche l'articolo di Angelredblack, intitolato “Milan, mercato tra fantasia, duttilità e modulo mutevole”. Si tratta di un'analisi lunga e ben articolata sulla stagione milanista, e sulle prospettive di calciomercato che possano migliorare l'organico a disposizione di Rino Gattuso. Già che c'è, l'autore usa l'ultimo capoverso per dire anch'egli che preferirebbe uno stadio solo per il Milan anziché continuare la coabitazione con l'Inter. E certo non si ha la presunzione che due pareri facciano statistica, ma forse nelle stanze della società rossonera farebbero bene a sondare bene gli umori della tifoseria a proposito della questione stadio.

L'ultimo articolo della settimana ha un taglio sentimentale, a tratti struggente. Lo ha scritto Matteo1999, tifoso interista, e il titolo è “L'abbraccio del campione, soffio di nobiltà tra le stelle”. L'autore torna sull'anniversario della morte di Davide Astori e racconta una storia estiva che presenta come una vicenda di vita vissuta. Riguarda il suo incontro con un ragazzino che tifa Fiorentina, e che dopo aver perso un compagno di squadra a causa di una malattia incurabile aveva deciso di non giocare più a calcio. Grazie alla sua opera di persuasione, e all'esortazione a seguire il messaggio di Astori, l'autore convince il ragazzino a tornare sui campi da gioco. L'articolo è molto ispirato e denso. Forse un po' lungo, ma visto il tema è giusto che la misura dello scritto venga lasciata alla sensibilità dell'autore.
Per quanto riguarda la valutazione degli articoli, quello di Gualtiero merita un 7+, che grazie all'ironia stacca di poco gli altri tre cui va attribuito un 7.

Trofeo della critica e buono acquisto Amazon.it dal valore di 20,00 euro vanno quindi a Gualtiero, veterano della community con noi addirittura dal 2014! Mai premiato pur essendo un blogger costantemente attivo, siamo lieti di poterlo fare finalmente oggi: i nostri più sentiti complimenti per questo meritato successo!
Mentre a voi tutti ricordiamo che per entrare in gara nella classifica generale - l'unica valida per vincere il premio mensile, il buono acquisto Amazon.it DAL VALORE DI 100,00 EURO - è NECESSARIO SCRIVERE ALMENO 4 PEZZI durante il mese; ci sono ancora tantissimi blogger, già con un'ottima media, a cui manca pochissimo per far parte della classifica, per cui coraggio... non fermatevi alla stesura di uno o due componimenti, arrivate almeno a 4 per non perdervi la possibilità di ambire al premio finale: la rimonta è più facile e immediata di quanto possiate pensare.
Vi salutiamo aspettando come sempre i vostri feedback nella sezione commenti, mentre chi volesse scriverci per qualsiasi dubbio può farlo alla casella e-mailvivoperlei@calciomercato.com.
Un saluto e una buna settimana a tutti dalla Redazione