18
Un asse di mercato che punta dritto in Inghilterra, destinazione Premier League. È lì che Paratici mette gli occhi in vista della sessione estiva. In cima alla lista dei desideri c'è, ovviamente Paul Pogba, il cui futuro al Manchester United è ancora tutto da scrivere. In coda, poi, ecco Emerson Palmieri per la fascia e il sogno Kane per l'attacco. 

OCCASIONE - L'occasione più ghiotta, tuttavia, arriva da Londra, sponda Chelsea: Willian. Il contratto in scadenza nel 2020 è un assist sempre più concreto e il rinnovo appare lontano. La conferma arriva dal giocatore stesso, che ieri - al Sun - ha spiegato: "Il club mi offre altri due anni, io ne vorrei tre. Al momento ogni discorso è interrotto, ma altre opzioni concrete ancora non ne ho. So che ci sono offerte, vedremo cosa succederà. Io resterei volentieri in Premier League, ma non escludo di andare a giocare anche altrove".
LODE A SARRI - Parole e musica, che si sposano con l'idea della Juve, pronta ad anticipare la concorrenza per l'ennesimo colpo a costo zero. Molto dipenderà, come scrive Tuttosport, dalla cifra che Paratici sarà disposto a investire per l'ingaggio. Asso nella manica è Maurizio Sarri, tecnico dei Blues ai tempi dell'Europa League del 2018: "Per me è un bravo allenatore" spiega Willian a Espn. "La sua idea tattica era molto interessante, gli piace il bel gioco e insiste sul possesso palla. Voglio ricordare che con lui abbiamo vinto un titolo molto importante come l'Europa League e che siamo arrivati davanti a altre squadre forti, piazzandoci terzi in Premier".