Dal Chelsea alla Juve, con tanto da raccontare. Eni Aluko, attaccante della formazione Women, ha scritto una colonna sul The Guardian, parlando della sua avventura inglese con un focus importante su José Mourinho. Poi il passaggio alla Juve, eccolo in questo stralcio: "Guarderò con interesse (l'Inghilterra ndr) da Torino, dove sto continuando ad adattarmi a una nuova vita in una nuova città. L'esperienza è stata finora eccezionale. Torino è tanto italiana quanto può, ma la lingua continua ad essere una sfida. Prendere le parole singole è una cosa, ma costruire frasi è un'altra difficoltà. Ma sono determinata a migliorare e ad abbracciare pienamente questo nuovo capitolo della mia vita. È bello far parte della Juventus. Come previsto, il club ha una vera atmosfera familiare, unita al grande desiderio di vincere il più spesso possibile. Mi sento molto a mio agio, avendo già sviluppato un buon rapporto con le mie compagne di squadra. Anche la formazione è affascinante - sto imparando cose a livello tecnico che non ho mai imparato prima. A 31 anni, mi sento di nuovo una bambina.

Sfortunatamente, devo ancora incontrare Cristiano Ronaldo. Detto questo, ho visto Cristiano Jr, suo figlio, che gioca per la squadra giovanile. Si allenano a Vinovo, dove ci alleniamo, quindi ... non si sa mai".