6
Young Boys-Atalanta 3-3
 
YOUNG BOYS
 
Faivre 6,5: la bomba di Zapata è difficile da parare, ma facile da prevedere, sventa altri gol pesanti.
 
Hefti 7: abile a fermare Pasalic quando il croato carica il sinistro, blocca Zapata, spettacolare il suo gol che per 3’ fa sognare tutta Berna dai 35 metri. Peccato che poi procuri alla Dea la punizione del pareggio.
 
Bürgy 5: Zapata si sente libero di coordinarsi e rubargli palla un po’ troppo spesso, non ne fa una giusta.
 
Lauper 6: seminato da Malinovskyi, poi si fa perdonare recuperando diversi palloni e sfiorando il gol.
 
Garcia 6: prima del brutto fallo a Malinovskyi, costato un giallo, non sembra nemmeno in campo, al 42’ sfiora il gol dalla distanza ma si ferma qui.
 
Aebischer 6,5: intercetta le ripartenze di de Roon, poi il suo cross potente sul primo palo vale il primo areggio del collega.
 
Martins Pereira 5: non riesce a contenere Zapata nemmeno a centrocampo, un fantasma.

(Dal 43' s.t. Kanga: sv).
 
Rieder 5: impreciso, spreca alcune ripartenze, ferma Zappacosta solo col fallo, seminato anche da de Roon, male.

(Dal 22' s.t. Sierro 7: entra e segna il gol del pareggio che porta alla momentanea rimonta, si inserisce e la piazza bene sul secondo palo, forse doveva giocare dal 1'...)
 
Elia 6,5: Palomino per lui è una morsa e col tempo il post operazione si fa sentire, anche Maehle con facilità gli impedisce di calciare in rete. Sfiora il gol, ma Musso gli dice no.

(Dal 22' s.t. Mambimbi 6: non fa meglio del collega che sostituisce).
 
Siebatcheu 7: i tifosi lo spingono ma, abbracciato da Demiral, non riesce a liberarsi e servire i compagni fino al 39’ p.t., quando fa partire un bolide e, aiutato dalla traversa, trova un gol che sa di liberazione.
 
Ngamaleu 6: scatta verso l’area piccola grazie a un regalo di Zappacosta che però poi gli ruba palla nel momento più bello. Mette Zappacosta fuori dai giochi con un brutto fallo che vale un giusto giallo. Imbocca poi al gol di Sierro con un cross basso al centro.
 
 
All. Wagner 6: parte subito a razzo lo Young Boys, sulla fascia destra fa il bello e il cattivo tempo ma viene subito punita dalla fisicità e dalle triangolazioni dell’Atalanta. Siebatcheu è il suo jolly, ma quando ridisegna la squadra sembra centrare l’impresa: lo è anche un pari con questa Atalanta.
 
ATALANTA
 
Musso 7: bravo nelle prime uscite, la traversa ultimamente non è sua alleata, ma para una serie di gol fatti di Elia e Ngamaleu e fa il miracolo su Lauper.
 
Toloi 6: il capitano prende le misure prima di dare il suo contributo, poi è attento q.b.
 
Demiral 6,5: mette pressione a Rieder, salva in extremis diverse sfere pericoloso he aleggiano in area. Devia in angolo i tiri di Elia, poi stringe Siebatcheu, bloccandolo. Sventa diversi gol di Siebatcheu. Peccato il giallo, contribuisce anche al gol di Palomino. 
(Dal 26' s.t. Djimsiti 6,5: si è ormai ripreso completamente, porta freschezza al reparto, una  manna per le rotazioni).
 
Palomino 7,5: ci prova di zucca, in attacco, ma è sempre impreciso pur libero, meglio in difesa dove chiude alla perfezione su Elia. Fino a quando zittisce tutto lo Stadion Wankdorf con un sinistro a giro che è leggenda.
 
Zappacosta 6,5: duella con Garcia, si scontra con Rieder, perde palla nello scatto pericolosissimo di Ngamaleu ma si fa subito perdonare recuperandola senza fallo in piena area. Al 43’ Ngamaleu lo condanna a lasciare il campo tamponandolo forte alla caviglia, lui è disperato, ritorna la maledizione infortuni. 
 
(Dal 1’ s.t. Pezzella 6: all’altezza della situazione, imbocca il gol di Palomino e lo sfiora anche lui, bene, servirà ora).
 
de Roon 5: lotta corpo a corpo si Rieder, di zucca allontana le sfere dall’area, ma è colpevole su entrambi gli ultimi due gol dello Young Boys. Ahia, si addormenta troppo spesso.
 
Freuler 7: puntuale come uno svizzero, in quella che più di tutte è la sua partita, suggerisce l’assist perfetto per precisione e potenza per un gol pesantissimo che sblocca la gara. Mette lo zapino anche sull’1-2 di Palomino, fenomenale.

(Dal 32' s.t. Pessina 6: deve ancora togliere qualche ruggine, ma i primi segnali ci sono).
 
Maehle 6: innesca l’azione del primo gol nerazzurro intercettando l’assistman Freuler, poi impedisce a Elia di calciare in rete mettendolo all’angolo, ma su quella fascia nascono troppe azioni giallonere.

(Dal 42' s.t. Muriel 8: entra solo per segnare, come accadeva un anno fa, ai vecchi tempi, il goleador dalla panca tiene in corsa l'Atalanta).
 
Pasalic 6,5: scappa da Martins Pereira, poi carica il sinistro ma il tiro a giro non gli riesce. Diletta con un virtuosismo di tacco e di finta nel triangolo studiato con Malinovskyi ma sul più bello non trova la porta. Trova però l’assist d’oro per Palomino.

(Dal 26' s.t. Koopmeiners 6: la cosa migliore che fa è spostarsi dalla punizione dal limite quando Muriel entra e gli chiede di farlo).
 
Malinovskyi 7: supera Lauper e Martins Pereira, non si risparmia, propositivo sfiora il gol e batte angoli perfetti, guadagna falli e minuti preziosi. Serve a Pasalic tantissime caramelle, dialoga con lui a colpi di cross bassi. Ecco perché Ilicic è rimasto in panca!
 
Zapata 7,5: e chi lo ferma più il panterone, al 10’ ha tutto il tempo di prendere le misure e caricare il sinistro per lanciare il bolide in rete, è il decimo gol in 15 presenze stagionali. Insaziabile, ruba sempre palla a Burgy, ma sbaglia un altro paio di gol.
 
 
All. Gasperini 6,5: non passa un minuto che non urli indicazioni precise, aiutato dal vice Gritti, correggendo le posizioni dei suoi, poi perde Zappacosta ma non demorde e lancia in campo Muriel al momento giusto, portandosi a casa un punto prezioso che sa di ossigeno.