Dopo la vittoria del Chelsea che ha battuto l'Atletico Madrid qualificandosi alla Final Four di Nyon, torna in campo la Uefa Youth League con altri due quarti di finale. Eliminata a sorpresa l'ultima reduce delle semifinali dell'edizione passata, il Benfica, battuto ai calci di rigore dallo Shakhtar Donetsk. Dopo l'1-1 dei tempi regolamentari con le reti di Joao Carvalho e Shtander, dal dischetto si impongono per 5-4 gli ucraini grazie alla parata decisiva del portiere Kudryk.

Impresa storica della Roma di Alberto De Rossi, che batte 2-1 al "Francioni" di Latina il fortissimo Manchester City di Patrick Vieira e vola alle Final Four di Youth League di Nyon di aprile, prima formazione italiana a riuscirci. Decisivi i gol nella ripresa dell'attaccante slovacco Vestenicky e del capitano Pellegrini con una prodezza che resterà a lungo negli occhi. Nonostante un avversario di caratura superiore e imbottito di talenti del calibro di Angelino, Ambrose, Pozo e Ntcham e la sfortuna che mette ko a fine primo tempo sia Sanabria che Di Livio, i giallorossi sfruttano le lacune difensive degli inglesi utilizzando in maniera letale l'arma del contropiede. 

Pellegrini e Di Mariano mettono i brividi a Gunn dopo due super parate in avvio di Marchegiani, poi nella ripresa la Roma raccoglie i frutti e prima passa col tap-in sotto misura di Vestenicky, poi, grazie alla doppia espulsione di Bryan e Byrne, raddoppia col destro da antologia di capitan Pellegrini. Nel finale, brividi col fallo in area di Capradossi su Angelino, il calcio di rigore trasformato da Ambrose e l'espulsione del centrale giallorosso. Ma, dopo 7' di recupero, De Rossi e i suoi possono festeggiare una vittoria importantissima che li proietta all'atto conclusivo del torneo.


Benfica-Shakhtar 5-6 d.c.r (1-1)
42' Joao Carvalho (B), Shtander (S)

ROMA-Manchester City 2-1 
62' Vestenicky (R), 86' Pellegrini (R), 91' rig. Ambrose (M)