Commenta per primo
L'ex difensore di Milan e Parma, Cristian Zaccardo ha dichiarato in un'intervista a Tuttosport: "Sono sorpreso, non pensavo di vedere il Milan in fondo alla classifica e il Parma vicino all'Europa. Oggi ci sono pochi allenatori che spostano gli equilibri, ma con Conte in panchina la classifica dei rossoneri sarebbe diversa...". 

"Giampaolo? Se si cambia allenatore a inizio campionato vuol dire che si è sbagliato qualcosa. Le colpe non sono mai di una persona sola, ma vanno condivise. Le principali sono della proprietà e di chi decide e sceglie perché ha il potere di farlo". 
"Pioli è un allenatore pratico, che non s'inventa niente, cerca di mettere i giocsatori dove rendono meglio in campo. Poi sono sempre i risultati a dire se hai fatto bene o no". 
"D'Aversa merita una grande squadra? Quest'anno era l'anno della conferma e sta arrivando. Ogni anno sta mettendo il segno più e quindi è diventato una certezza, ha dimostrato che in Serie A ci può stare alla grande. La chiamata di una big prima o poi arriverà. Intanto bisogna fare i complimenti a lui e al Parma. Stanno lavorando tutti bene". 

"Ibrahimovic a livello di carisma, personalità e mentalità darebbe un grande aiuto a tanti anche al Milan, riporterebbe entusiasmo un po' a tutti, a tutto l'ambiente. Ibra se sta bene in Italia può fare ancora la differenza. In Premier farebbe molta più fatica. L'intensità che può avere perso in Mls in Italia la può sopperire con l'esperienza, la sua forza fisica e la qualità. Può essere un valore aggiunto. Lo prenderei senza alcun dubbio". 
"Piatek verrebbe messo in discussione come è giusto che sia quando fai parte di una grande squadra, deve dimostrare di essere un grande attaccante e di meritarsi il Milan. Altrimenti va in panchina".