28
I tifosi del Milan si aspettano una campagna acquisti importante da parte del presidente Silvio Berlusconi, o in caso di cessione del suo successore, per riportare la squadra in posizioni di classifica più consone al suo blasone, un mercato che però non passerà solo dagli acquisti, ma anche dalle cessioni: reparto per reparto saranno diversi i giocatori che lasceranno Milanello la prossima estate. In difesa soprattutto c'è abbondanza nel comparto centrale e al di là della situazione di Philippe Mexes, in scadenza, il solo Gabriel Paletta è certo di restare mentre altri due si giocano una maglia: Cristian Zapata e Adil Rami.

FIDUCIA E UNA COPA AMERICA PER RILANCIARSI - Tra i due chi sembra avere più possibilità di restare la prossima stagione è proprio Zapata, malgrado il suo rendimento quest'anno non sia stato eccellente: causa infortuni, ultimo la lussazione della rotula che lo ha fermato da gennaio ad aprile, è stato impiegato solo 13 volte da Filippo Inzaghi. Nonostante ciò il difensore, arrivato in prestito dal Villarreal nel 2012 e riscattato l'estate seguente per 6 milioni di euro, è legato al Milan fino al 2016 con un contratto da 1,6 milioni di euro a stagione (3,2 lordi) e, stando a quanto raccolto da Calciomercato.com, gode di grande stima da parte della società rossonera, al momento non intenzionata a cederlo anche per la flessione del valore del suo cartellino dopo un anno fatto più di bassi che di alti. L'obiettivo dunque è quello di convincere il nuovo allenatore, di rilanciarsi e l'opportunità arriva subito in estate: Zapata prenderà parte alla Copa America con la Colombia e l'obiettivo è dimostrare di poter essere uno su cui il Milan può contare per ripartire nel 2015/16.
A RISCHIO - 'Se resta Inzaghi vado via'. Così Rami ha commentato a una tv francese ieri ribadendo che la propria volontà sia di rimanere al Milan, volontà peraltro già ampiamente manifestata la scorsa estate, quando ha resistito alla corte di altri club pur di farsi acquistare a titolo definitivo dai rossoneri per circa 4 milioni di euro, cifra più bassa rispetto alle richieste del Valencia. Rami vuole restare con un nuovo allenatore, ma il Milan non sembra intenzionato comunque a puntare su di lui, anzi: netta la frattura tra il difensore e il club, pronto a liberarsi dei suoi 4 milioni di euro lordi l'anno fino al 2017 a fronte di un'offerta superiore ai 7-8 milioni di euro; a queste cifre i rossoneri si garantirebbero anche un'interessante plusvalenza da mettere a bilancio. Ingaggio più alto, contratto più lungo e valore di mercato più alto, tutti gli indizi portano in una direzione: tra Zapata e Rami, il Milan proverà a cedere il francese in estate.

Federico Albrizio
@Albri_Fede90