Simone Zaza si allena col Valencia, aspettando segnali dalla sua Italia. Dopo i 13 gol in 33 partite di Liga della scorsa stagione, l’attaccante classe 1991 sta sudando in ritiro col club spagnolo. Da lunedì è ufficialmente iniziata la preparazione della squadra di Marcelino e Zaza sta lavorando sodo per farsi trovare pronto in vista dell’avvio della stagione. Il giocatore, infatti, vorrebbe tornare in Italia ma non ha alcuna intenzione di rompere col Valencia. Anzi, è grato al club e si allena con grande impegno, in attesa di novità sul mercato. Il Milan ha sondato il terreno con l’agente Beppe Bozzo tramite il direttore sportivo Mirabelli, ma prima deve riuscire a cedere Nikola Kalinic. E soprattutto di Simone Zaza dev’essere convinto l’allenatore rossonero, Rino Gattuso.  

TRA MILAN - “Zaza? Con quelle caratteristiche abbiamo già Cutrone…”, ha detto Gattuso nella conferenza stampa di presentazione della nuova stagione del Milan. Semplici parole di circostanza? Può darsi, in pieno periodo di mercato è difficile che un allenatore si sbilanci sugli obiettivi della propria società. Soprattutto considerando la situazione societaria del Milan e in attesa del verdetto del Tas sul ricorso. Il Milan ha pronto un prestito con obbligo di riscatto fissato a 20 milioni per convincere il Valencia a cederlo. Zaza aspetta solo il Milan e recentemente ha rifiutato una ricca proposta dalla Cina arrivatagli da parte del Tianjin Quanjian. Zaza vuole vestire la maglia rossonera, l’accordo con la società c’è già sulla base di un contratto di 4 anni. Ma i dubbi riguardano - come detto - anche Kalinic. Al momento, infatti, l’Atletico Madrid non è convinto di chiudere con la formula del prestito con obbligo di riscatto e sta trattando col Milan per un diritto di riscatto.

E TORINO - Tra Zaza che si allena col Valencia e il Milan che aspetta di cedere Kalinic, c’è da registrare il forte interesse del Torino per l’attaccante ex Sassuolo e Juventus. “Per un 3-5-2 abbiamo sei giocatori offensivi, che forse sono anche troppi. Zaza è un ottimo attaccante, ma sarebbe inutile acquistarlo in queste condizioni”, ha detto il presidente granata Cairo. Da tempo Zaza è nel mirino della società granata, che pensa di affiancarlo al Gallo Belotti per formare una coppia da Europa. Prima, però, il Torino deve cedere: M’Baye Niang ha estimatori in Francia (Marsiglia e Nizza su tutti), Iago Falqué in Spagna (soprattutto il Siviglia), Adem Ljajic è sempre in bilico. Nessuno è incedibile in casa granata e in caso di partenza di uno degli attaccanti, il primo obiettivo di Petrachi e Cairo è proprio Zaza. Il Torino sogna la coppia Belotti-Zaza, ma prima deve cedere. Esattamente come il Milan, che deve ancora piazzare Kalinic. E intanto Zaza lavora (e sorride) col Valencia, come si vede nella foto postata su Instagram...

@AleCosattini


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com.