Commenta per primo

Incontro ieri pomeriggio all'Hilton di Milano tra il direttore sportivo della Sampdoria, Doriano Tosi, e Giuseppe Bozzo, procuratore di Reto Ziegler. Il trasferimento dell'esterno svizzero al Milan è in stand-by. Ancora troppo ampia la forbice tra l'offerta massima della società rossonera, due milioni e mezzo di euro per un giocatore che a partire dal primo febbraio potrà firmare a parametro zero, e la richiesta della società blucerchiata, che non vuole scendere sotto i tre milioni e mezzo.

Probabile che Galliani e Braida provino a rilanciare nelle prossime ore, magari inserendo nella trattativa qualche giocatore che non viene considerato prioritario da Allegri oppure pescando nel ricco settore giovanile rossonero; ma un ruolo determinante in questa vicenda la sta ricoprendo la volontà dello stesso Ziegler, che sta traccheggiando. L'esterno non ha mai nascosto di volere restare a Genova. Oppure, altra ipotesi, Ziegler ha ricevuto un'altra offerta che lo alletta maggiormente. Il Milan si starebbe cautelando, battendo piste alternative. L'ultima porterebbe in Inghilterra allo spagnolo Josè Enrique del Newcastle.

(Il Secolo XIX)