Calciomercato.com

Napoli, che pasticcio con Paulo Sousa: tra penali, contropartite e quella similitudine con Spalletti

Napoli, che pasticcio con Paulo Sousa: tra penali, contropartite e quella similitudine con Spalletti

  • Daniele Longo
    Daniele Longo
  • 70
Il grande pasticcio in salsa campana. De Laurentiis, a sorpresa, vuole fortemente Paulo Sousa come prossimo allenatore del Napoli, ci sono già stati diversi contatti importanti e positivi. Emergono anche i dettagli dell’offerta al tecnico portoghese: biennale con opzione per il terzo anno. Giovedì scorso però la Salernitana ha esercitato l’opzione unilaterale di rinnovo fino al 2025. Come? Proprio con quella Pec che aveva mandato in frantumi il rapporto tra Spalletti e il presidente del club azzurro.

PENALE - L’incontro più importante tra De Laurentiis e Paulo Sousa è avvenuto a Roma e di questo non è stato avvisato lo stato maggiore della Salernitana. Che ha reagito con un certo fastidio pur senza arrabbiarsi platealmente. Sousa, titolare di un contratto fino al 2025, può liberarsi entro il 20 giugno attraverso il pagamento di una penale da 1 milione.

Ascolta "Napoli, che pasticcio con Paulo Sousa: tra penali, contropartite e quella similitudine con Spalletti" su Spreaker.

LE CONTROPARTITE- De Laurentiis è restio a spendere soldi per contrattualizzare un allenatore. Un punto d’incontro si potrebbe trovare con l’apertura di una trattativa con quei giocatori che tanto piacciono al ds dei granata De Sanctis: si parla di Zanoli, Gaetano e Demme. Nelle prossime sono previsti nuovi contatti per provare a risolvere una situazione che si è fatta parecchio ingarbugliata. 

Altre notizie