Sulla bocca di tutti. Da quando ha stupito a quando si è affermato, fino a questi mesi altalenanti: Alex Sandro non smette di far parlare di sé, soprattutto per le sue prestazioni in questi anni passando per le voci di mercato che non si fermano mai. Perché è tutto vero, in estate il Chelsea ha provato a regalare l'esterno mancino brasiliano a Conte ma non c'è stato accordo economico con la Juventus per una valutazione molto elevata; da parte sua, Alex Sandro aveva invece fatto più di un pensiero al trasferimento in Premier, i contatti diretti col Chelsea non sono mancati ma non al punto da forzare la cessione con la Juve che infatti lo ha trattenuto volentieri.

RISPOSTA E OFFERTE - Adesso, le voci si rincorrono: Alex Sandro vuole andarsene, è in vendita, addirittura all'asta. La situazione è diversa, perché la dirigenza bianconera è assolutamente tranquilla in vista di gennaio, non volendo stravolgere la rosa. Ad oggi non esistono segnali di addio immediato, se non quei pensieri di Premier dei mesi scorsi più che reali; poi in estate, come sempre, Marotta e Paratici ascolteranno la volontà del giocatore. E se il brasiliano volesse andar via, rimarrebbe un prezzo molto alto per quello che viene valutato come uno dei migliori terzini mancini al mondo dalla dirigenza della Juve: i 50 milioni tra fisso e bonus offerti dal Chelsea in estate non basterebbero neanche a giugno, servirà di più e ci sarà un Mondiale di mezzo. Insomma, la Juve non ha messo Alex Sandro in vendita e non ha nessuna intenzione di fare regali. Punta su di lui, ragiona sul rinnovo del contratto da tempo, saranno poi i pensieri di Alex a dire se la Premier sarà ancora la destinazione giusta. Non subito...