Dopo un Natale guastato dalle novità emerse durante gli interrogatori del caso calcioscommesse, l'Atalanta è tornata in campo per iniziare la preparazione in vista della sfida dell'8 gennaio contro il Milan.

Un impegno difficile, reso ancora più complicato dall'atmosfera che si respira intorno al club bergamasco, a rischio di nuove sanzioni sportive dopo l'arresto e le ammissioni di Cristiano Doni. Agli ordini di Stefano Colantuono, il gruppo ha sostenuto un doppio allenamento, incoraggiato da un centinaio di tifosi: l'obiettivo è di concentrarsi esclusivamente sul lavoro in campo, cercando di gestire l'ansia derivante dal timore di nuove penalità. Emblematica la riflessione del difensore Michele Ferri: «Sono brutte cose, dobbiamo pensarci il meno possibile. C'è dispiacere per quel che è accaduto ma nella vita capita di sbagliare. Ora dobbiamo solo badare a preparare al meglio le prossime partite».