Atalanta-Pescara 3-0

Gollini 6: buona la prima. Nelle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa ha mostrato prontezza e riflessi ma è necessario vederlo ancora all'opera per capire di più circa il suo talento;

Toloi 6,5: sua è la rovesciata al 16' che costringe Berrizzi a porre in angolo, poi è protagonista della solita partita in fase difensiva;

Caldara 6,5: il centro della difesa non gli procura troppi problemi, vistoe considerando che Cerri è praticamente abbandonato a se stesso;

Masiello 6,5: si veda la prestazione di Toloi;

Hateboer 6,5: come Gollini, anche per lui quella contro il Pescara è stata la prima apparizione; come biglietto di presentazione presenta il cross che porta Gomez al gol. Nella ripresa la sua partenza sprint si smorza lentamente ma, comunque, buona la prima anche per l'olandese;

Grassi 7: parte altruista, proponendo un contropiede al 3', per Petagna, che gli cede nuovamente la sfera, dal limite, Bizzarri si tuffa. Quando si fa egoista segna: dalla fantastica azione promossa da Spinazzola, mette in rete al 68' archiviando praticamente il match

(84' Migliaccio sv);

Freuler 6,5: rimane in ombra, ma fa sempre cose apprezzabili: si veda l'anticipo su Cerri, con la difesa scoperta;

Cristante 6: colpo di testa al 28', poi prosegue la gara senza strafare e senza strafalcioni

(62' Kessie 6,5: se lasciarlo in panchina e lanciarlo in corso in partita fa questo effetto.... );

Spinazzola 7,5: macina metri al 29' per poi cedere sfera a Petagna, s'accentra poi al 50' creando un'altra situazione offensiva interessante. A seguire crea la spettacolare azione che porta la squadra sul 2-0. Gli avversari non gli creano particolari ostacoli e, anche oggi, è apparso uno dei più in forma. Uno, insomma, da Nazionale;

Petagna 5,5: lancia Papu che arriva al tiro al 6', Bizzarri respinge al 9' stoppa e cede palla invece di provare la conclusione. Finalmente fa quello che ci si aspetta da lui: tirare. Al 34', infatti, stoppa palla e ci prova, esce di poco ma è pericoloso. Partita per lui dalla doppia faccia: tanto bravo a farsi trovare al posto giusto, quanto debole a rendersi incisivo sottoporta

(62' Paloschi 6: ha voglia di riscatto, ha voglia di segnare e oggi è la traversa a negargli la gioia del gol)

Gomez 8: torna al gol al 13', sfruttando al meglio il cross di Hateboer; successivamente è lui che assiste Grassi alla segnatura. La corona del re Papu è tornata a brillare

All. Gasperini 7: dopo lo scivolone di San Siro era necessario ripartire e lui l'ha fatto benissimo. Complimenti mister.