Amichevole: 

Atalanta-Venezia 1-1 

ATALANTA
 (3-4-2-1): Gollini (25’ st Rossi); Mancini (1’ st Del Prato), Caldara (24’ st Migliorelli), Bastoni; Castagne, Schmidt (1’ st de Roon), Pessina (18’ st Orsolini), Gosens; Ilicic (26’ st Vido), Haas (1’ st Melegoni); Cornelius. A disp: Berisha. All. Gasperini.
 
VENEZIA (3-5-2): Audero (18’ st Russo); Andelkovic (1’ st Cernuto), Modolo, Domizzi; Zampano, Falzerano (18’ st Vitale), Bentivoglio ( 18’ st Mlakar), Suciu (34’ st Soligo), Pinato (18’ st Fabris); Geijo (34’ st Fabiano), S. Moreo (18’ st Stulac). A disp. Vicario, Zigoni, Simeoni, Cigagna. All. F. Inzaghi.
 
Arbitro: Marco Piccinini di Forlì. Ass. Enrico Caliari di Legnago e Andrea Tardino di Milano.
 
Reti: 33’ st Mlakar, 35’ st Vido.
 
Note: pomeriggio nuvoloso, 8000 circa spettatori, incasso -. Squadre in campo per un’amichevole pre-campionato. Prima della gara saluto del pubblico al neo arrivato Marten de Roon.
Fine primo tempo: 0-0.

Ammoniti: -
Espulsi: -

Corner: 4-3

Recupero: 0’-0’

È troppo poco europeo questo Venezia per l’Atalanta che rischia la prima sconfitta in amichevole contro la squadra dell’ex Pippo Inzaghi nell’ultimo match pre-campionato. Al 10’ Gollini si getta e mette una pezza su Moreo che in solitaria imbocca la via del gol nell’area piccola. Al 19’ Ilicic fa tremare la Nord e si ripete al 27’, con un angolo che rimane lì a spaventare Audero. Non passa nemmeno un minuto che Bastoni filtra la sfera per Cornelius che poi scaglia e spreca a porta vuota alla sinistra della rete. Buone le chiusure di Caldara su Pinato e Moreo in zona difensiva, che mandano i nerazzurri sereni negli spogliatoi. Nella ripresa sono sempre i bergamaschi in attacco: al 16’ il fallo di Zampano su Pessina al limite regala all’Atalanta un calcio di punizione battuto da Ilicic quasi alla perfezione, ma il gol ancora non arriva. Arriva invece al 28’ quasi la rete del Venezia per un controllo sbagliato di Gosens che Rossi trattiene per un soffio al di qua della linea di porta. Non può nulla però sull’incornata vincente di Mlakar che lo inganna al 33’. L’Atalanta però non vuole deludere i suoi tifosi e così Vido si lancia verso l’area piccola, mangia i difensori ed esulta per il pari.