Alla prima occasione il Barcellona non si è fatta sfuggire l'occasione per presentare il suo più importanta acquisto estivo di mercato. Dopo aver giocato nella sua prima uscita ufficiale contro il Leon nel trofeo Gamper, Luis Suarez si mostrato davanti ai giornalisti per inaugurare la sua avventura con la maglia blaugrana.

Il vicepresidente del Barcellona, Jordi Mestre ha definito il costo del trasferimento di Suarez. Cifre leggermente inferiori a quanto trapelato al momento della firma, ma comunque uno degli affari più onerosi del Barcellona che ha pagato la punta al Liverpool 81milioni di euro.

Queste le prime parole del giocatore: "E' un sogno che si avvera, un sogno che avevo da molti anni ed era quello di giocare nel Barcellona. Non pensavo che avrei raggiunto questo momento. Le sensazioni sono spettacolari. Sono molto emozionato e giocare nel Camp Nou è stato incredibile, quasi non ci credevo. Ringrazio il presidente e l'allenatore che hanno avuto fiducia in me, così come la gente che ieri mi ha accolto al meglio. Avevo anche altre offerte, ma quando è arrivato il Barcellona non ci ho pensato su due volte. Giocare il Clasico dopo la squalifica? Manca ancora molto tempo, ma se sarò a posto fisicamente non ci dovrebbero essere problemi. La città? Fantastica, peraltro tutti conoscono il rapporto che mia moglie ha con la città di Barcellona. Sarà fantastico giocare con Messi e Neymar. C’erano proposte da altri club ma quando è arrivata quella catalana non ho avuto alcun dubbio.  Tra club e tifosi tutti mi hanno accolto bene. Io stella? No, le stelle stanno in cielo, io cercherò di dare il mio contributo per far vincere coppe e titoli al Barca. Allenandomi ogni giorno coi miei nuovi compagni il tempo passerà più velocemente, continuerò a lavorare duro tutte le settimane per farmi trovare pronto quando finalmente potrò giocare gare ufficiali. Sarà Luis Enrique a decidere tutto, io mi farò trovare pronto per giocare in qualsiasi posizione dell’attacco. Chiellini? Non voglio dimenticare quanto successo ma preferisco vivere il presente. Quando ero solo con mia moglie e i miei figli mi sono reso conto che dovevo accettare la realtà. Di certo ero depresso per ciò che mi stava capitando”.
 

Get Adobe Flash player